<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=681187855637383&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Menu
clicca per navigare il sito della provincia lombardo veneta
Menu

Uniti per Tanguiéta e Afagnan: i progetti di U.T.A. ONLUS

L'Associazione benefica U.T.A. ONLUS, Uniti per Tanguiéta e Afagnan, è stata fondata nel 1996 con lo scopo di rispondere agli appelli di aiuto dei frati missionari dell'Ordine Religioso dei Fatebenefratelli, Fra Piergiorgio dr. Romanelli e Fra Fiorenzo dr. Priuli. Gli aiuti sono diretti principalmente agli Ospedali di Afaganan nel Togo e di Tanguiéta nel Benin per curare ed assistere i più bisognosi, come i malati poveri, i bambini, i ragazzi paralizzati alle gambe a seguito di poliomielite e i malati di HIV e di AIDS.

UTA ONLUS 1

L’attività di U.T.A. ONLUS è un esempio della dimensione umana e solidale che caratterizza le associazioni ed è un impegno concreto per realizzare l’aiuto dei più bisognosi. Della dimensione “umana” dell’assistenza ne ha parlato anche Fra Luca Pietro Beato, sacerdote ad titulum hospitalitatis dell’Ordine Fatebenefratelli e missionario di U.T.A. ONLUS, all’interno del suo nuovo libro “L’altro Gesù e la Chiesa del grembiule”. Nel libro viene approfondita la dimensione misericordiosa e caritatevole di Gesù, sempre al servizio dei malati e dei poveri. Leggi qui l’intervista a Fra Luca Pietro Beato.

Sono molteplici i progetti che U.T.A. ONLUS ha realizzato fino ad ora per gli ospedali di Afagnan e Tanguiéta, sia in autonomia, che in collaborazione con altre Associazioni e Fondazioni nazionali e internazionali. Di seguito riportiamo i più significativi.

I primi progetti (1997-2004)

  • Pozzo di Afagnan e pozzo di Porga: nel 2001, grazie all’aiuto del geologo Angelo Bernardi è stato possibile ristrutturare il pozzo di Afagnan, in modo da far sgorgare acqua dolce mettendola a disposizione dell’ospedale e di tutto il Villaggio di Afagnan. Nel 2003 U.T.A. ONLUS ha altresì contribuito alla ricostruzione di un altro pozzo, quello di Porga, nel Benin, distruttosi in seguito ad un crollo.
  • Progetti di ristrutturazione: dal 1997 al 1999 sono stati realizzati progetti di ristrutturazione di alcuni reparti ospedalieri. In particolare, i reparti di radiologia degli ospedali di Tanguiéta, e Afagnan.
  • Case per medici: nel 2000 è stato realizzato un importante progetto nel Benin, consistente nella realizzazione di una “Casa accogliente” per i medici dell’Ospedale di Tanguiéta. Il contributo di U.T.A. ONLUS si è inserito nel più ampio progetto promosso dall’Associazione Amici di Tanguiéta.
  • Borse di studio, la scuola cattolica e la piccola scuola di pediatria: U.T.A. ONLUS ha contribuito alla realizzazione di alcuni progetti in ambito educativo. Dal 2001 in poi l’U.T.A. ha elargito diverse Borse di studio e ha avviato la costruzione di una scuola cattolica per i figli dei medici e del personale dell’Ospedale a Tanguiéta. Nel 2005 è stata realizzata la costruzione di una piccola scuola adiacente alla Pediatria di Tanguiéta per i ragazzi malati lungo degenti.

Il salto di qualità (2007-2010)

Il “salto di qualità” delle iniziative promosse da U.T.A. ONLUS è stato possibile grazie alla collaborazione con diverse Associazioni e Fondazioni nazionali ed internazionali, in particolare:

  • Genèva Foundation, di Ginevra, che ha fornito aiuti per la sala operatoria;
  • Unidea, Fondazione di Unicredito, Milano, per l’acquisto dell’ambulanza; 
  • Associazione Passerelles, Francia, per i lavori di sala operatoria;
  • Fondazione Charlemagne, sezione italiana, per il laboratorio fitoterapico;
  • Associazione amici della dott.ssa Maria Carolina Binda di Erba, per la ristrutturazione del Centro nutrizionale di Tanguiéta.

Tra i progetti realizzati si ricordano:

UTA ONLUS2
  • Il centro nutrizionale di Tanguiéta e la ristrutturazione dell’impianto elettrico: un primo intervento di ristrutturazione ed ampliamento del Centro nutrizionale dell’ospedale di Tanguiéta è stato realizzato nel 2007, a favore dei bambini denutriti. È stato, inoltre, costruito un nuovo piccolo padiglione ed una sala di visite e animazione, portando da trenta a sessanta i posti del Centro nutrizionale. La ristrutturazione dell’impianto elettrico dell’ospedale di Tanguiéta è stata sollecitata da Fra Fiorenzo, missionario e chirurgo dei poliomielitici dei Fatebenefratelli.
  • L’Ospedale di Afagnan: tra il 2007 e il 2010 è stata realizzata la ristrutturazione e l’ampliamento dell’ospedale di Afagnan (Togo) e del reparto di maternità. Dopo la conclusione dei lavori di ristrutturazione di Afagnan si è deciso di procedere anche all’installazione dell’apparecchio per la produzione dell’ossigeno e dei canali di distribuzione in rame nelle varie unità operative. Grazie a queste iniziative, l’Ospedale di Afagnan è oggi in gran parte rinnovato.
  • Progetti realizzati presso l’Ospedale di Tanguiéta: nel 2012 sono state realizzate importanti opere presso l’ospedale di Tanguiéta, come gli uffici di accettazione e dell’amministrazione, la neonatologia, la clinica per il personale dell'ospedale e la costruzione dell’inceneritore.

Progetti finanziati dalla F.A.I. (2011-2012)

La F.A.I. (Fondation Assistance International) con sede a Lugano (Svizzera), ha contribuito nella realizzazione di alcuni progetti per gli ospedali di Tanguiéta e Afagnan, tra i quali:

  • il centro di medicina fitoterapica e ozonoterapia a Cotonou;
  • il centro polivalente e sede della Viceprovincia del Togo-Benin;
  • l'informatizzazione dell’Ospedale di Tanguiéta, per i quali sono stati preziosi gli aiuti delle Associazioni “Amici di Tanguiéta” di Meda e l’U.T.A. ONLUS di Romano d’Ezzelino;
  • l’azienda agricola per malati di HIV vicino all’Ospedale di Tanguiéta;
  • l’elargizione di borse di studio per infermieri della Scuola S. Giovanni di Dio di Afagnan.

Gli altri interventi

Con il contributo dell’Associazione AMPELOS ONLUS, nel 2018 è stato possibile acquistare un’ambulanza per l’Ospedale di Tanguiéta (Benin), necessaria per la raccolta di sangue nei vari villaggi per rispondere alle crescenti esigenze dell’ospedale, specialmente a causa dell’epidemia di tifo e dei bambini in gravi condizioni di vita.

Sempre in ambito pediatrico, è stata introdotta la marsupioterapia e recentemente, nel maggio 2019, è avvenuto l’acquisto di due culle termostatiche che costituiscono un salva-vita per i bambini nati prematuri.

 

L’acquisto dei medicinali

U.T.A. ONLUS si impegna nel realizzare la cura e l’assistenza dei più bisognosi negli ospedali africani specialmente mediante la spedizione di medicinali necessari per curare i malati delle strutture di Afganan e di Tanguiéta.

In conclusione, attraverso l’assistenza ai poveri e ai più bisognosi e mediante la realizzazione di molteplici progetti, l’associazione benefica U.T.A. ONLUS si impegna ogni giorno per assistere e salvare vite umane, applicando i principi di accoglienza, di ospitalità e di misericordia, così come trasmessi da San Giovanni di Dio, fondatore dell’Ordine Fatebenefratelli.

 

Se sei interessato ad approfondire i principi che guidano l’Ordine Fatebenefratelli, clicca l’immagine sottostante e ricevi la nostra Carta di Identità.

 

RICEVI LA CARTA DI IDENTITÀ DELL'ORDINE

Ci dedichiamo per missione ai malati e ai bisognosi coniugando l’attenzione al corpo e allo spirito nel rispetto della persona e della sua individualità.
Attraverso la promozione delle opere portiamo il Vangelo nel mondo della sofferenza e del dolore affiancando il paziente come professionisti della salute.

Carta di identità dell'Ordine
Essere Fatebenefratello

Potrebbero interessarti anche