Menu

Per un Santo Natale sereno e luminoso: l'augurio di fra Massimo Villa

Carissimi Collaboratori e Amici nell’Ospitalità di San Giovanni di Dio,
vi raggiungo con queste righe nei giorni che ci preparano alla celebrazione del Santo Natale 2020.

Il 2020 per molti, e forse anche per noi, è un anno da dimenticare a causa del dolore, della malattia, della morte, della mancanza di relazioni strette con chi ci circonda, che la pandemia da Covid-19 ha procurato.

Il Natale 2020 ci fa rivivere la situazione che il Profeta Isaia annunciava e che la liturgia della Notte Santa proclama con forza: “Il popola che camminava nelle tenebre vide una grande luce, su coloro che abitavano in terra tenebrosa, una luce rifulse. Hai moltiplicato la gioia, hai aumentato la letizia” (Is 9,1-2).

Ma proprio in quella lunga notte, coperta dalle tenebre, una luce è apparsa. La luce che il popolo, che cammina nelle tenebre vede, è una persona. Questa persona ha un nome: è il Messia, il Cristo di Dio che in questo Natale 2020 viene ad illuminare la storia del mondo e la storia personale di ciascuno di noi.

Carissimi Collaboratori, vorrei che la Luce del Signore, che viene in mezzo a noi e dentro di noi, possa dare forza, coraggio, serenità, salute a tutti voi che siete, con la vostra professione sanitaria, “ministri dell’Ospitalità di San Giovanni di Dio”.

In questo anno avete faticato molto, in tutte le nostre Strutture, a causa del Covid-19: per molti di voi è stata davvero una prova di coraggio, di grande professionalità e anche di grandissima attenzione alle persone affidate alle vostre cure. Nella cura e nell’accoglienza dei malati avete portato la luce di Cristo: ce lo hanno raccontato molti dei nostri ospiti.

Allora il Natale 2020 è iniziato da lontano, perché ogni attenzione alla persona povera e malata è fatta a Dio che abita la nostra storia. Questo è Natale. Gesù non viene solamente per mostrare la luce, viene per invitare ogni uomo ad entrare nella luce, lasciandosi avvolgere da essa; non viene perché sia solo Lui il testimone della verità, viene affinché ogni altro uomo sia testimone della verità.

È la grande esperienza che ha vissuto il nostro Santo Padre Giovanni di Dio, attraversando la malattia, prendendosi cura di quanti erano privi di ragione e di ogni cosa: per loro è stata la presenza di Dio che “ha posto la sua tenda in mezzo a noi”.

Anche in questo Natale 2020 Dio decide di porre la sua tenda in mezzo a noi, anzi, mi viene da dire, “pianta” la sua tenda nel profondo della nostra vita per abitarla, per darci coraggio, per farci sorridere del Suo sorriso, per asciugare le nostre lacrime e far “rifornire il deserto” provocato da questa pandemia.

A tutti voi, carissimi Collaboratori e Amici dell’Ospitalità, il mio grazie di cuore per ciò che siete e ciò che fate. L’augurio per tutti sia di un Santo Natale sereno e luminoso, che dia speranza a ogni cuore: la Speranza di Dio che si fa vicino.

Il mio grazie e il mio augurio si fanno preghiera, portandovi tutti nella Santa Messa della Notte di Natale. Auguri per un Buon e Santo Natale.

Firma fra Massimo Villa

Il Superiore Provinciale
Fra Massimo Villa O.H.

Ci dedichiamo per missione ai malati e ai bisognosi coniugando l’attenzione al corpo e allo spirito nel rispetto della persona e della sua individualità.
Attraverso la promozione delle opere portiamo il Vangelo nel mondo della sofferenza e del dolore affiancando il paziente come professionisti della salute.

Carta di identità dell'Ordine
Bioetica
Essere Fatebenefratello
New call-to-action

Potrebbero interessarti anche