Menu

Fra Fiorenzo e una missione per l'Africa: le testimonianze di Confratelli e pazienti

7 agosto 2020

Cinquant'anni di cammino sulle orme di Cristo e sulle orme del nostro Padre San Giovanni di Dio al servizio dei nostri fratelli malati: questi anni sono stati senza dubbio per fra Fiorenzo un'esperienza molto ricca con una solida fiducia in Dio, che per primo lo ha chiamato per seguirlo attraverso una speciale vocazione.

Nel suo percorso sono stati molti i traguardi raggiunti e gli ostacoli superati, compiendo un viaggio senza precedenti a sostegno della salute e della pace delle popolazioni in Africa, messe in ginocchio dalla malattia e dalla povertà.

 

Le nostre missioni in Africa: due anniversari da ricordare

Tra il 2019 e il 2020 ricorrono per l'Ordine Fatebenefratelli due anniversari importanti: i 50 anni di servizio ospedaliero in Africa di fra Fiorenzo Dr. Priuli e il 50° anniversario della fondazione dell’Ospedale “St. Jean de Dieu” di Tanguiéta, a Benin. Si tratta di un binomio strettamente unito, perché la fama acquisita dalla Struttura è dovuta quasi esclusivamente all’opera instancabile del valente medico-chirurgo fra Fiorenzo.

Il primo anniversario è stato celebrato il giorno di Sant’Ambrogio, il 7 Dicembre 2019 a Cernusco sul Naviglio nella sede della Provincia Lombardo-Veneta, per volere del Padre Provinciale fra Massimo Villa. Tutti i religiosi della nostra Provincia, tante Suore e Cappellani delle nostre Case sono convenuti a Cernusco per festeggiare fra Fiorenzo, prima con una celebrazione di una Santa Messa di ringraziamento e poi con un’agape fraterna.

Il tutto è avvenuto in un clima festoso di ringraziamento al Signore e di congratulazioni a fra Fiorenzo per il gran bene compiuto a favore della popolazione africana, che alla malattia aggiunge la povertà, sovente e anche estrema.

 

Fra Fiorenzo, il medico missionario: i traguardi raggiunti

Fra Fiorenzo PriuliAiutare i malati, poveri ed emarginati a sperare ancora: questa è la battaglia che fra Fiorenzo porta avanti in Benin e in Togo. Ha iniziato prima come infermiere e poi come medico ad asciugare lacrime e a ridare sorrisi.

Sono diversi i meriti che vanno riconosciuti a questo medico missionario durante il suo lungo servizio nelle terre africane. È stato, infatti, il primo ad operare i poliomielitici paralizzati alle gambe e a farli camminare di nuovo: negli anni ’90 ne operava ben 300 all’anno. Si è distinto nelle operazioni sui malati colpiti dalle ulcere del Buruli, per cui è stato convocato a Ginevra dall’O.M.S. (Organizzazione Mondiale della Sanità) come esperto dal 1992 al 2002. Con la medesima organizzazione porta, inoltre, avanti dal 2004 un progetto di cura e prevenzione per i malati di HIV e AIDS.

Dopo aver introdotto l’ozonoterapia, ha dato vita ad una grandiosa Pediatria e, in seguito, ad un Centro Nutrizionale. Un ultimo traguardo raggiunto sempre per i bambini di quelle terre è stata la creazione della Neonatologia nel 2012, promossa da fra Fiorenzo.

 

I riconoscimenti internazionali di fra Fiorenzo Priuli

“Di fra Fiorenzo Dr. Priuli si può sicuramente dire che ha dato tutto se stesso, tutte le sue energie e capacità intellettuali, professionali e fisiche, senza riserve, agli Ospedali africani. Egli ha incessantemente operato “mettendoci la propria faccia” per l’edificazione del Regno di Dio, con una lotta continua contro la miseria, la fame, le malattie e la morte, a favore della salute e della serenità di tanta povera gente”. (A. Degasperi)

Fra Fiorenzo Priuli

La sua opera di solidarietà e carisma cristiano non poteva rimanere silente a lungo: nel corso della sua vita sono stati molti i riconoscimenti che fra Fiorenzo ha ottenuto. Riceve nel 2002 l’onorificenza della Legion d’Onore da parte dell’ambasciatore della Francia e nel 2004 il premio Cuore amico a Brescia. Infine, nel 2019 gli viene conferito a Roma il Premio Franco Cuomo, intitolato allo scrittore, giornalista e drammaturgo scomparso nel 2007.

Lungi dal fermare la sua opera, ora l'attuale desiderio di fra Fiorenzo è il rifacimento ex-novo del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Tanguiéta. In 50 anni l’attività dell’Ospedale si è ingigantita passando dagli 82 letti iniziali agli attuali 415 posti letto: la Struttura copre una zona di 200.000 abitanti, ma il Pronto Soccorso è tuttavia ancora quello di un tempo con soli 9 letti e quindi assolutamente inadeguato. 

 

 

50 anni in Africa: omaggi e testimonianze dei Fatebenefratelli e dei pazienti

In occasione dei 50 anni di servizio ospedaliero in Africa di fra Fiorenzo Priuli condividiamo le parole dei Confratelli dell’Ordine Fatebenefratelli di San Giovanni di Dio e dei malati curati all’Ospedale di Tanguiéta. Ecco alcuni dei loro messaggi:

Messaggio del Superiore Generale, fra Jesus Etayo

Ricevi i miei migliori auguri e fraterni saluti in questo giorno speciale, in cui celebri i tuoi 50 anni di professione religiosa come Religioso dei FBF. Ringrazio il Signore con te per il dono della vita e della vocazione ospedaliera. Possa egli concederti molte grazie e benedizioni, attraverso l'intercessione del tuo santo patrono, affinché tu possa sempre rimanere fedele a lui nel servizio ai nostri fratelli e sorelle sofferenti. Fraternamente in San Giovanni di Dio e nel Signore.

Messaggio di fra Andre Sene, Curia generalizia – Roma

Vi assicuro i miei pensieri e preghiere molto fedeli in questo anno del 50° anniversario della vostra consacrazione al Signore, una felice coincidenza con la celebrazione nella Chiesa dell'anno della vita consacrata e nell'Ordine della vocazione ospedaliera. Possa essere un anno di rinnovamento della nostra vita, vocazione e missione ospedaliera. Rimango unito nella preghiera e nel ringraziamento a Dio per il dono della tua vocazione.

Messaggio di fra Luca Beato, fondatore di UTA Onlus

Cari amici, uniamoci anche noi ai nostri fratelli e sorelle africani per celebrare il 50° anniversario della professione religiosa di fra Fiorenzo Dr. Priuli. Presentiamo al festeggiato i nostri migliori auguri e sosteniamolo con le nostre preghiere. Possa il Signore dargli una lunga vita con la possibilità di fare molto del bene per i poveri malati dell’Africa. Cordiali saluti.

“Dottor Mio Fratello!”, Jean SIMBARAKIYE

Al Dottor Fiorenzo, gli ho dato personalmente il nome del "Dr. mio Fratello". Questo riassume tutto: è sia il mio medico che mio Fratello. Ci siamo conosciuti all'inizio del 2000 in condizioni di salute molto precarie, per non dire disperate. Ma immediatamente, Dr. mio Fratello ha saputo darmi fiducia nella vita, più per il suo modo di procedere, del tutto Fraterno, che per la cura in sé.

Alla presenza del Dottor Fiorenzo, mi sentivo sempre di fronte a un uomo che ha l'arte di fare cose molto serie, ma senza prendersi sul serio, di un professionista di alto livello, ma che si considera semplicemente uno strumento nelle mani di Dio. Sono sicuro che è questo modo di essere che gli conferisce il rispetto che riceve dai suoi pazienti, dai suoi Confratelli e dai suoi Collaboratori.

“Fiorenzo, Il Custode Notturno”, KELEOU Edouard

Ho conosciuto fra Fiorenzo molto tempo fa, durante la malattia di uno dei miei amici ricoverati ad Afagnan in Togo. L'amico aveva bisogno di cure mediche, ma fra Fiorenzo gli dava anche tutto il suo affetto. Successivamente ho dovuto mandargli una mail a tarda notte per chiedere il suo consiglio e con mia grande sorpresa, ha risposto la stessa notte offrendo la sua disponibilità. In sintesi, fra Fiorenzo ha dato la sua disponibilità per curarlo. Grazie, Signore, per avermi fatto incontrare fra Fiorenzo.

"Il Fratello delle Ossa", Agbanté Gnandi

Caro fra Rodrigo, grazie per questo messaggio. Ho conosciuto fra Fiorenzo più di 10 anni fa ad Afagnan a Lomé: è bravo in chirurgia, tanto che l'ho soprannominato "Il  Dottore delle ossa", perché ho visto casi che ha curato. Quello più recente è il custode notturno di un'istituzione della Chiesa del Togo, che dopo un incidente gravissimo aveva una mascella deformata e dietro il mio consiglio, è stato operato a Tanguiéta e ha ritrovato la salute. Grazie a Dio! Mando anche i saluti del Dr. KODOM Michel di AIMES-AFRIQUE, Togo, Daniel, Aktion Pit, Lomé.

“Mi ha dato la gioia di vivere”, Mireille SAIZONOU 

Per me è un piacere dare una testimonianza su fra Fiorenzo Priuli, grande uomo e buon chirurgo. Un intervento chirurgico fallito a Cotonou mi ha portato al servizio di fra Fiorenzo Pruili all'Ospedale Saint Jean de Dieu di Tanguiéta. L'operazione è stata un completo successo.

Fra Fiorenzo, le cui qualità professionali sono dimostrate a livello nazionale, è ricco di umanità. Sarebbe bene menzionare le sue qualità psicologiche e spirituali. Fra Fiorenzo è stato in grado di ripristinare la fiducia in me stessa durante il processo di guarigione. Aveva empatia per il malato che ero. Si è messo nella mia pelle e la sua assistenza psicologica e mentale è stata impeccabile. Alla fine del mio lungo soggiorno all'Ospedale, fra Fiorenzo con il suo autista mi aveva accompagnato alla mia residenza a Porto-Novo.

Mi rendeva visite calorose e confortanti al mio servizio a CIMBENIN SA di Cotonou dove lavoro. Un uomo amabile, altruista, di una insolita bellezza interiore. È importante menzionare le vibrazioni positive e curative delle preghiere di fra Fiorenzo. Mi sia permesso di testimoniargli tutta la mia gratitudine e ammirazione. Grazie a queste eccezionali qualità, fra Fiorenzo mi ha dato la possibilità di vivere, direi meglio la gioia di vivere. Io gli devo la vita e sarò sempre grata per i suoi benefici. Dio conceda a fra Fiorenzo buona salute e pace profonda.

Se vuoi contribuire con il tuo aiuto all'opera umanitaria in Africa di fra Fiorenzo Priuli, clicca l'immagine qui sotto sostieni i nostri progetti!

Dona ora

Ci dedichiamo per missione ai malati e ai bisognosi coniugando l’attenzione al corpo e allo spirito nel rispetto della persona e della sua individualità.
Attraverso la promozione delle opere portiamo il Vangelo nel mondo della sofferenza e del dolore affiancando il paziente come professionisti della salute.

Carta di identità dell'Ordine
Bioetica
Essere Fatebenefratello
New call-to-action

Potrebbero interessarti anche