Menu

IRCCS Fatebenefratelli di Brescia: l'intervista al nuovo Direttore di Struttura

5 febbraio 2021

È Renzo Baldo il nuovo di Direttore dell’IRCCS Istituto Centro San Giovanni di Dio di Brescia, centro leader nella ricerca e cura delle malattie psichiatriche e della malattia di Alzheimer.

9 Unità e Laboratori di Ricerca, 5 Servizi di Ricerca, oltre 6.000 pazienti assistiti: oltre ad avere un'elevata capacità di degenza, la Struttura ha stabilito una rete capillare di collaborazioni con qualificati centri italiani ed internazionali. In questa complessa integrazione tra clinica e ricerca, il nuovo Direttore di Struttura è pronto a valorizzare ulteriormente le specificità dell’Istituto scientifico in termini di competenze, di capacità di innovare, di relazione.

Leggi la sua intervista.

 

Il nuovo Direttore dell'IRCCS Fatebenefratelli di Brescia: percorso professionale e umano

Renzo Baldo, Direttore di StrutturaLaureato in Economia e Commercio ho svolto il mio percorso professionale e umano prevalentemente presso l’Associazione La Nostra Famiglia – IRCCS Eugenio Medea fin dal ’96.

Qui ho ricoperto ruoli di responsabilità e direzione amministrativa fino ad un ambito regionale, occupandomi dell’avvio e gestione di attività ospedaliere e del riconoscimento scientifico dell’Istituto di ricovero e cura.

Negli ultimi dieci anni sono stato impegnato in attività di staff alla Direzione Generale dell’ente e di supporto alla Direzione Scientifica, assumendo anche la Direzione amministrativa dell’IRCCS. Nel 2017 ho frequentato il Corso di Formazione manageriale per Direzioni Generali delle aziende sanitarie, organizzato dalla Fondazione SSP della Regione Veneto.



Dirigere un Istituto di cura e ricerca oggi: stare "in rete" per migliorare i servizi

Oggigiorno cosa significa dirigere un Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico, come l'IRCCS Fatebenefratelli di Brescia? Nella mia esperienza professionale e personale, vuol dire innanzitutto dare indirizzo e stimolo favorendo l’attività di ricerca scientifica, che partendo dai bisogni clinici, possa individuare le migliori soluzioni da applicarsi nell’attività di assistenza.

In questa logica, la formazione dei Collaboratori, che operano nella Struttura, diventa propedeutica per la messa in pratica. Questa circolarità tra ricerca, clinica e formazione va collocata in un contesto in veloce evoluzione, dove ad esempio la tecnologia, l’utilizzo dei dati, l’umanizzazione sono elementi fondamentali di cui tener conto.

Ciò è possibile solo se siamo capaci di stare “in rete” con gli altri istituti di ricerca, con le università, con le associazioni di familiari, con gli enti territoriali e le istituzioni, con altre professionalità. Naturalmente il fine ultimo è quello di migliorare oggettivamente i servizi per le persone che ne usufruiscono, compresi i loro familiari.

 

Priorità d'azione attraverso l'integrazione di clinica, ricerca e formazione

Partendo dall’esperienza e professionalità presenti, tra le priorità d'azione valorizzare le specificità dell’Istituto scientifico, riconosciuto nell’ambito della psichiatria e delle malattie degenerative, è sicuramente cruciale.

Fondamentale in tale prospettiva è saper cogliere le opportunità, perseguendole e realizzandole in modo concreto. L’integrazione fra le varie “anime” scientifica, clinica e di formazione e la consapevolezza che l’Istituto è già inserito nella “rete Fatebenefratelli” costituiscono i presupposti per un'ulteriore apertura, oggi ancor più necessaria: in termini di competenze, di capacità di innovare, di relazione.

In questo mondo in costante evoluzione, il Carisma del nostro Fondatore, San Giovanni di Dio, rimane sempre attuale e sottolinea la nostra volontà ad aprirci al mondo in cambiamento: il suo esempio di concretizza, a mio parere, nella consapevolezza che nel nostro operato dobbiamo sentirci responsabili di custodire, rendendo migliore, ciò che ci viene affidato, compreso colui che è nostro ospite.

Direttore di Struttura,
Renzo Baldo

 

Se hai bisogno di ricevere informazioni sulle nostre Strutture, contattaci cliccando il pulsante in basso. Saremo felici di ascoltare la tua richiesta.

Contattaci se hai bisogno

Ci dedichiamo per missione ai malati e ai bisognosi coniugando l’attenzione al corpo e allo spirito nel rispetto della persona e della sua individualità.
Attraverso la promozione delle opere portiamo il Vangelo nel mondo della sofferenza e del dolore affiancando il paziente come professionisti della salute.

Carta di identità dell'Ordine
Bioetica
Essere Fatebenefratello
New call-to-action

Potrebbero interessarti anche