Menu

42 anni insieme all'Ospedale Sacra Famiglia: l'intervista a Giovanna De Pascalis

Dopo 42 anni di servizio all’Ospedale Sacra Famiglia di Erba, la Collaboratrice Giovanna De Pascalis saluta l'Ordine Ospedaliero dei Fatebenefratelli e va in pensione. Ripercorriamo insieme la sua esperienza e cosa ha significato per lei essere parte attiva di questa famiglia.

Continua a leggere.

 

 

La carriera di Giovanna e lo Spirito di Ospitalità

Giovanna De Pascalis è entrata nella famiglia Fatebenefratelli nel 1980, assunta come impiegata in Radiologia. Successivamente, ha potuto cambiare posizione e scoprire le diverse sfaccettature della Struttura. Prima in laboratorio analisi e poi, nel 1996, in ufficio acquisti dove è rimasta fino alla fine.

"Tutti i ruoli che mi hanno vista coinvolta, radiologia, laboratorio analisi e successivamente ufficio acquisti, sono stati momenti particolari della mia attività operativa, sempre tenendo in primo piano l’utenza, nello spirito di Ospitalità del nostro Fondatore.", così racconta i suoi anni di servizio.

Nel suo ultimo giorno di lavoro emozioni forti e commozione hanno pervaso tutti: dal personale infermieristico a quello medico e amministrativo. Ognuno ha mostrato affetto verso Giovanna, ringraziandola per il prezioso contributo offerto negli anni.

Una lunga carriera caratterizzata da un percorso di crescita, soprattutto umana e relazionale, con gli altri. 



Le progettualità dell'Ospedale di Erba: crescita e innovazione

Giovanna ha potuto collaborare con diversi professionisti durante la sua carriera, contribuendo in modo attivo alla crescita dell'Ospedale Sacra Famiglia.

Giovanna De Pascalis Fatebenefratelli

Ad esempio, durante il suo incarico come amministrativa presso il Laboratorio analisi è stata a stretto contatto con il Dott. De Leo e il Dott. Vegezzi, insieme ai quali ha realizzato il programma di laboratorio Priamo di BCS. Una dura sfida che ha visto ripagati gli sforzi con il buon funzionamento e messa a punto del “nuovo” sistema informatico.

Altra sfida superata è stata quella di avviare l’ufficio acquisti dell’Ospedale. Partendo da zero, infatti, Giovanna è arrivata a gestire tutte le procedure di richiesta di acquisto, pre-ordine, ordine e carico sui reparti. Ma non solo: ha collaborato, inoltre, alle modifiche del programma di gestione magazzini (GE.MA.) sia per quanto concerne la codifica e l’uniformazione dei codici (si contano più di 10.000 referenze), sia per quanto concerne la parte di impostazione del programma.

"Avere avuto un ruolo attivo e diretto in alcune situazioni, mi ha permesso di vivere appieno la crescita e l'innovazione dell'Ospedale e ha stimolato ulteriormente il mio interesse e desiderio nel restare in questa struttura. Tutte queste opportunità hanno creato le basi per nuovi progetti e di conseguenza nuovi stimoli e nuove motivazioni.", queste le sue parole per descrivere lo spirito di progettualità dell'Ospedale.

 

La nostra Famiglia Ospedaliera: attenzione al paziente e gestione manageriale

Negli ultimi anni la famiglia Fatebenefratelli ha vissuto un cambiamento di tendenza verso una gestione più manageriale, mantenendo però viva l’attenzione alla cura del paziente che viene sempre messa in primo piano.

"Un consiglio per coloro che sono entrati nella famiglia del Fatebenefratelli da poco è di mettere passione in quello che si fa, di non farsi demoralizzare dalle prime difficoltà e dai problemi.", commenta Giovanna.

Un lavoro che richiede fiducia in sé stessi, con la certezza di poterla trovare nei propri colleghi. Fatebenefratelli è una grande famiglia con principi etici e caratteristiche ben precise: il fine ultimo è la cura del paziente e il bisogno di collaborare con tutti per raggiungere l'obiettivo nel miglior modo possibile.

Un team di professionisti è pronto ad accogliere chi è nel bisogno, in pieno spirito di Ospitalità.
Se hai delle richieste o vuoi ricevere maggiori informazioni sulle nostre Strutture, entra in contatto con noi al pulsante in basso

Contattaci se hai bisogno

Ci dedichiamo per missione ai malati e ai bisognosi coniugando l’attenzione al corpo e allo spirito nel rispetto della persona e della sua individualità.
Attraverso la promozione delle opere portiamo il Vangelo nel mondo della sofferenza e del dolore affiancando il paziente come professionisti della salute.

Guida al 5 per mille
Test HOOS
Essere Fatebenefratello
New call-to-action

Potrebbero interessarti anche