Menu

Nuovi progetti educativi e culturali: i laboratori selezionati dal Centro Sant’Ambrogio

Più di cento proposte di progetto sono state inviate al Centro Sant’Ambrogio in seguito all’apertura del bando pubblico lo scorso novembre. Cinema, teatro, musica, circo: sono solo alcuni dei temi che verranno trattati dai nuovi laboratori artistici ed educativi, selezionati dalla Struttura e ideati interamente per rispondere ai bisogni e alle esigenze dei nostri ospiti.

Il successo dell’iniziativa messa in campo dal Centro Sant’Ambrogio rappresenta solo una delle progettualità che verranno attivate e che sottolineano l’impegno e la costante apertura verso la comunità e il territorio.

Continua a leggere.

 

L’iniziativa progettuale del Centro Sant’Ambrogio: le parole del Direttore di Struttura

A nome del Priore, Fra Gian Carlo Lapic, della Direzione Medica e di tutto il Centro Sant'Ambrogio voglio dare il benvenuto a tutti gli artisti che in questi mesi allieteranno le giornate dei nostri ospiti con progetti basati sull'arte.

Abbiamo teatro, cinema, musica, pittura, mosaico, finanche il circo: li abbiamo chiamati "progetti speciali" e lo saranno davvero perché renderanno un po' più magica l'atmosfera del nostro Centro. Questa iniziativa si incastona perfettamente nello sprone che ci ha dato il nostro Padre Provinciale, Fra Massimo Villa, di aprirci al mondo, al territorio, alla rete virtuosa

Quando nel novembre scorso abbiamo aperto il bando pubblico mai ci saremmo aspettati una risposta simile: più di cento proposte sono arrivate da artisti di tutta Italia, tanto che noi ne abbiamo selezionati alcuni ma altri, nei prossimi mesi, verranno contattati da altre Strutture della Provincia Lombardo Veneta per fare qualcosa insieme.

Un riscontro davvero incredibile ed è per questo che voglio ringraziare anche tutti coloro che hanno partecipato: vi siamo grati, non ce ne dimenticheremo e vi abbiamo nel cuore. Questo segno di attenzione verso un settore in difficoltà e la nostra apertura verso il territorio prosegue: abbiamo attivato il "Punto Tamponi" da dicembre, dove molti cittadini stanno venendo tutte le mattine, e nei prossimi mesi abbiamo in serbo ancora molte iniziative.

Il Centro Sant'Ambrogio del Fatebenefratelli è vivo e il Carisma del nostro Fondatore, San Giovanni di Dio, e rimane il fondamento sul quale basiamo ogni giorno la nostra opera e i nostri percorsi di assistenza che continuano, dopo più di cinquecento anni di storia, a prendersi cura di tutte le persone nella loro interezza.

 

Lorenzo Guzzetti 
Direttore di Struttura del Centro Sant'Ambrogio 

 

 

Progetti educativi e culturali: i nuovi laboratori del Centro Sant’Ambrogio

L’iniziativa lanciata lo scorso novembre dal Centro Sant’Ambrogio ha rappresentato una concreta opportunità per i professionisti del settore artistico, culturale ed educativo: questo ha permesso di poter entrare in contatto con la nostra realtà sanitaria e assistenziale e mettere in campo nuove progettualità per porre al centro i nostri pazienti e i loro bisogni.

Tra le moltissime e valide proposte ricevute, scopriamo insieme i progetti educativi selezionati.

 

Il Progetto “Maschere a teatro”

Progetto "Maschere a teatro"Il corso, basato sulla costruzione di maschere teatrali in cartapesta e sul loro utilizzo scenico, propone la riscoperta di antiche tradizioni italiane, permettendo agli ospiti di sperimentare le loro capacità manuali, fisiche ed espressive. È costituito da due moduli complementari: un’esperienza creativa in laboratorio per costruire la propria maschera e un modulo di recitazione per toccare con mano l’arte della comunicazione teatrale.

Costruzione di uno spazio di fiducia, gioco, riflessione, esente da giudizio e competizione, acquisizione di una maggiore consapevolezza delle proprie libertà personali, poter vivere a pieno un’esperienza di creazione artistica collettiva e individuale: questi alcuni dei principali obiettivi del corso, proposto dalle insegnanti Chiara Barlassina e Sara Bellodi.

 

“L’Isola dei Sogni”: un laboratorio teatrale, musicale e di teatro d’ombre

Il progetto, proposto dal Teatro Bandito e dall’Associazione Officine Musicali APS, nasce da una profonda comprensione del bisogno di “libertà ed evasione” dei nostri ospiti dato dai limiti della difficile situazione pandemica: l’idea che muove la proposta è di presentare un racconto in una cornice che permetta ai pazienti di giocare con la propria immaginazione.

Giochi di fiducia e relazione, espressione corporea e musicale, realizzazione di elementi scenici: queste sono solo alcune delle attività che prenderanno vita all’interno di questo innovativo laboratorio, il cui atto finale sarà la drammatizzazione dei racconti dei Sogni, frutto degli incontri e del lavoro svolto.

 

Il Progetto “IN FORMA!”

Il progetto, nato in continuità con il lavoro che ATIR e Comunità Progetto svolgono da vent’anni nell’ambito della disabilità, si articola in due azioni: la prima rivolta direttamente agli ospiti con la realizzazione di un Laboratorio teatrale Integrato, diretto da un attore professionista e da un “educ-attore”, e un’esperienza formativa che ha come protagonisti gli operatori della Struttura.

Il progetto si propone di migliorare la qualità di vita degli ospiti, favorendo processi di consapevolezza del sé, l’emersione di risorse espressive inedite, l’accrescimento dell’autostima e l’esplorazione di modalità relazionali positive, in coerenza con i percorsi educativi e riabilitativi già in essere.

 

Il Progetto “RiUscire suonando”

Il progetto intende migliorare la qualità psicofisica dei suoi partecipanti, offrendo momenti di musica d’insieme in grado di coniugare la valenza individuale e collettiva, artistica e ricreativa: la musica, infatti, consente di scavalcare le barriere e di vivere un’esperienza di libertà anche all’interno di ambienti chiusi, siano essi fisici o mentali.

Viene così proposta un’attività di laboratorio che, sotto la conduzione esperta di 3 educatori musicisti, vede la partecipazione degli ospiti a momenti di produzione musicale. La conduzione viene proposta con un approccio ricreativo, distensivo, anche ludico, ma non per questo infantile o superficiale.

 

Laboratorio teatrale “L’Albero”

Le affinità tra il gioco e il teatro sono infinite: durante l’infanzia si sviluppa l’istinto al gioco nella sua massima libertà, senza barriere e pregiudizi mentali, ritagliandosi un momento unico tutto per sé. Fare teatro da adulti diventa occasione di recuperare quella libertà di espressione che abbiamo perso nel corso della vita.

Training fisico, spazio scenico, attività sensoriale, elementi d’improvvisazione creativa: il corso si pone tra i diversi obiettivi quello di esplorare le potenzialità creative inespresse, che non trovano solitamente spazio nella quotidianità.

 

“Essere protagonista”: laboratorio creativo cinematografico

Strutturato in tre macro-momenti, il progetto vuole essere una proposta innovativa rispetto alle tradizionali attività riabilitative, richiedendo agli ospiti concentrazione e adesione, ma al contempo divertimento, intrattenimento, leggerezza ed evasione.

Si tratta di un percorso ideato per accrescere autostima, senso di inclusione, spirito di gruppo, capacità di affidarsi, ma anche di prendersi cura, con la possibilità di valorizzare i propri talenti e festeggiare la propria identità, oltre la fragilità e la disabilità.

 

Il Progetto “Hops che Circo!”

Hops A.S.D., associazione sportiva dilettantistica e culturale, ha proposto un progetto declinato sulle caratteristiche, interessi, bisogni degli ospiti del Centro Sant’Ambrogio: le lezioni – tenute da due insegnanti di circo – si alternando tra momenti di didattica frontale e cooperative learning. Il tutto in un’atmosfera di sereno divertimento esperienziale.

Giocoleria, precrobatica e acrobalance, equilibrismo, espressione corporea: queste sono alcune delle tematiche che verranno trattate all’interno del progetto, che mette al centro la conoscenza e la percezione di sé, la creatività, il rispetto e la collaborazione tra i partecipanti.

 

Se hai bisogno di ricevere informazioni sulle nostre Strutture, contattaci cliccando il pulsante in basso. Saremo felici di ascoltare la tua richiesta.

Contattaci se hai bisogno

 

Ci dedichiamo per missione ai malati e ai bisognosi coniugando l’attenzione al corpo e allo spirito nel rispetto della persona e della sua individualità.
Attraverso la promozione delle opere portiamo il Vangelo nel mondo della sofferenza e del dolore affiancando il paziente come professionisti della salute.

Guida al 5 per mille
Test HOOS
Essere Fatebenefratello
New call-to-action

Potrebbero interessarti anche