Menu

Il Centro Sacro Cuore di Gesù festeggia 35 anni di Servizio ai Malati

Quest'anno il Centro Sacro Cuore di Gesù, situato a San Colombano al Lambro, ha festeggiato i suoi 35 anni di attività. Anni intensi che hanno visto un miglioramento dei Servizi e dell'Offerta assistenziale agli Ospiti. Anni di Cura, Attenzione, Supporto alle famiglie e alla Comunità. 

In questo articolo riportiamo la testimonianza di Mariagrazia Burinato, Direttrice di Struttura del Centro Sacro Cuore di Gesù, e Annamaria Bottigia Coordinatrice del C.D.D. "il Melograno".

Continua a leggere.

L'evoluzione dell'Ospitalità del Centro Sacro Cuore di Gesù

Il Centro Sacro Cuore di Gesù vanta di un'ampia gamma di Aree volte alla cura e all'Assistenza di Malati psichiatrici. Ma come si è evoluta la Struttura in questi anni?

Centro sacro cuore di gesu

"Il Centro San Colombano è nato come Centro Socio Educativo e non aveva, di principio, una connotazione precisa: ospitava sia Utenti gravi e gravissimi, sia medio gravi" spiega la Dottoressa Annamaria Bottigia.

Negli anni duemila è però nata l'esigenza, dato l'aumento del numero dei Pazienti, di creare dei Servizi di Formazione all'Autonomia e quindi di scindere l'Offerta per promuovere opportunità diverse agli Ospiti.

Così, i Centri Socio Educativi (C.S.E.) si sono trasformati in C.D.D., ovvero Centri Diurni Disabili, con l'obiettivo di accogliere la fascia di Malati gravi e gravissimi. Con questo termine ci si riferisce a quei Pazienti che dimostravano una gravità tale da non poter partecipare ai Progetti specifici sul territorio, come le iniziative di socializzazione e di autonomia.

"Il Centro Diurno Disabili è una realtà particolare che nella nostra Provincia esiste solo al Centro di San Colombano. Si tratta di un'Offerta sociosanitaria che nasce nel 1987, quando è stato fondato il C.S.E. con connotazione esclusivamente di tipo assistenziale ed educativa. Da questa realtà nel 2004 è nato il C.D.D., nel quale sono state implementate nuove modalità di Offerta di assistenza ai Clienti" spiega la Dottoressa Burinato.

Gli Utenti del Centro Diurno Disabili sono ragazzi con disabilità gravi e gravissime che hanno la possibilità di usufruire dei Servizi del Centro di giorno, dal lunedì al venerdì. 

Gli Ospiti che invece mostrano maggiori abilità cognitive e motorie si dividono tra il Servizio di Formazione all'Autonomia (S.F.A.) e il Centro Socio Educativo.

 

I Progetti intrapresi: dal teatro alla digitalizzazione durante la pandemia

"Ogni anno proponiamo nuovi Progetti per motivare sia gli Operatori sia gli Ospiti. Quest'anno riprenderemo i Progetti sul territorio come il Teatro Scuola: lavoreremo con le classi di quinta elementare. A dicembre, in concomitanza a Santa Lucia racconteremo la sua storia. Si tratta di un Progetto che nasce nel laboratorio di narrazione del C.D.D, grazie al prezioso supporto delle Educatrici, con Utenti che hanno abilità cognitive ancora fertili" racconta la Dottoressa Bottigia.

Durante la pandemia sono stati necessariamente chiusi i Centri. Interrompere le attività sarebbe però stato un problema per l'assistenza agli Ospiti e alle loro famiglie. Per questo, il Centro ha promosso nuove iniziative digitali. 

"Prima ancora che lo smart working diventasse indicazione legislativa abbiamo deciso di mantenere il rapporto con famiglie e Utenti attraverso il collegamento online. Poiché non tutti disponevano degli strumenti necessari abbiamo progettato una settimana tipo in cui erano pubblicate in differita le varie attività. L'Operatore registrava il video e invitava al coinvolgimento l'Utente che lo guardava.

La pianificazione delle giornate ha permesso di creare un calendario e alcune routine, invitando i nostri Ospiti a svolgerle. Quando abbiamo ripreso le attività in presenza fisica, con frequenza contingentata, questi Progetti sono stati utili per mantenere il rapporto tra gli Utenti: i Gruppi a casa potevano vedere i laboratori dei Gruppi presenti" spiega la Dottoressa Bottigia.

 

Centro sacro cuore di gesu

 

Le recenti iniziative: il Festival del Cinema Nuovo per rappresentare la disabilità

I primi giorni di ottobre 2022 si è svolta la 12ª edizione del Festival del Cinema Nuovo un concorso  per cortometraggi i cui attori sono persone diversamente abili. Oggi il Festival è un punto di riferimento importante nel panorama delle attività cinematografiche per persone con disabilità.

Il Centro Sacro Cuore di Gesù ha partecipato con il cortometraggio "La Dama Nera" che è stato ammesso alle finali. Il film è stato realizzato dai ragazzi del Centro Diurno CSE-SFAIl Girasole" ed è stato proiettato il 5 e il 6 ottobre a Bergamo, al Cinema Conca Verde.

Un prestigioso risultato che premia le attività dei nostri Operatori e dei nostri Ospiti che hanno saputo creare, insieme, uno spettacolo degno di nota.

 

Vuoi saperne di più sulle attività del Centro?
Un team di professionisti è pronto ad accogliere chi ha bisogno. Contattaci per avere un supporto.

 

Contattaci se hai bisogno

 

Ci dedichiamo per missione ai malati e ai bisognosi coniugando l’attenzione al corpo e allo spirito nel rispetto della persona e della sua individualità.
Attraverso la promozione delle opere portiamo il Vangelo nel mondo della sofferenza e del dolore affiancando il paziente come professionisti della salute.

Guida al 5 per mille
Test HOOS
Essere Fatebenefratello
New call-to-action

Potrebbero interessarti anche