Menu

Comunità Forense "San Giovanni di Dio": la cura del paziente psichiatrico autore di reato

La cura e l’assistenza dei malati psichiatrici autori di reato: è questa la missione che guida la Comunità Forense “San Giovanni di Dio”, che garantisce un ambiente ottimale per il trattamento di questa specifica tipologia di pazienti.

Équipe multidisciplinare, umanizzazione delle cure, percorsi psicoterapeutici personalizzati sono gli elementi chiave che caratterizzano il Polo Psichiatrico del Presidio Ospedaliero Beata Vergine della Consolata, specializzato nell’attività riabilitativa plurispecialistica.

Continua a leggere.

 

Comunità "San Giovanni di Dio": riabilitazione psicosociale ed umanizzazione delle cure

Inaugurata il 2 novembre 2016, la Comunità Psichiatrica “San Giovanni di Dio” rappresenta assieme alla REMS “Anton Martin” il principale “Polo Psichiatrico Forense” Piemontese. Situata presso il Presidio Ospedaliero Beata Vergine della Consolata di San Maurizio Canavese, la Comunità si ispira al Carisma dell’Ospitalità dell’Ordine Ospedaliero dei Fatebenefratelli e trae esempio nel suo operato quotidiano dal Fondatore, San Giovanni di Dio, da cui prende il nome.

I principi cardine che caratterizzano l'Ospitalità si collegano strettamente ai valori di riferimento della riabilitazione psicosociale: accoglienza, umanità, rispetto della persona, ottimismo riabilitativo, speranza, professionalità e competenza sono alla base del lavoro dell’équipe sanitaria ed assistenziale che vi opera.

Psichiatri, psicologi, educatori, assistenti sociali, infermieri ed OSS: l’équipe che anima la Comunità Forense “San Giovanni di Dio” è multidisciplinare e composta da professionisti della salute, che coniugano ogni giorno nella cura ed assistenza del paziente l’umanizzazione delle cure ed alte competenze cliniche.


Psichiatria forense per la cura di pazienti autori di reato

La Comunità “San Giovanni di Dio” è un progetto ad indirizzo forense: ma cosa significa esattamente? La psichiatria forense si occupa della valutazione e cura di soggetti, affetti da disturbi mentali, generalmente detenuti.

Gli interventi della Comunità “San Giovanni di Dio” sono quindi destinati a pazienti psichiatrici autori di reato: la complessità della materia e della gestione di queste persone nel bisogno richiede competenze cliniche altamente sviluppate ed integrate con altre specialità.

La cura e l’assistenza al paziente tiene conto di molteplici componenti: biologica, psicologica, sociale, nonché spirituale. Ogni singolo operatore si relaziona con gli ospiti secondo la propria competenza, impostando il proprio lavoro al fine di aumentare la maturazione e consapevolezza nei pazienti (ed in loro stessi).

La formazione permanente, effettuata frequentemente in équipe, ha come priorità il processo di “umanizzazione”, in cui il malato è messo al centro ed è pieno protagonista del progetto terapeutico.

 

Comunità Psichiatrica Forense, interventi psicoterapeutici e riabilitativi personalizzati

Durante il ricovero viene effettuata una valutazione del soggetto a più livelli – sia dal punto di vista psichiatrico, medico e psicologico – anche con la somministrazione di test psicodiagnostici.

In base a tale valutazione viene proposto un programma riabilitativo personalizzato, attraverso un lavoro di rete che permetta una presa in carico del soggetto, non solo dopo la dimissione ma anche dopo che il paziente è uscito dal circolo penale. 

Il trattamento prevede interventi farmacologicipsicoterapeutici-riabilitativi, individuali e di gruppo, nonché psico-educazionali in senso lato. Ecco i principali forniti dalla Comunità Forense:  

  • riabilitazione di tipo residenziale correlata ai bisogni dei pazienti;
  • assistenza sanitaria nelle sue componenti mediche ed infermieristiche;
  • recupero riabilitativo-funzionale della persona, con apporti clinici, psicologici, educativi e sociali interdisciplinari;
  • terapie neuro/psico/farmacologiche specialistiche individualizzate, con una particolare attenzione all’utilizzo di prodotti con bassi effetti collaterali ed a un corretto dosaggio;
  • avvio di borse di lavoro – quando possibile ed in collaborazione con i Dipartimenti di Salute Mentale – per favorire il reinserimento lavorativo e sociale nel territorio.

Fondamentali nel processo di cura sono i rapporti costanti e collaborativi con i familiari: è così che si verificano le dinamiche relazionali e si garantisce un adeguato supporto post-ricovero. Il personale in servizio è formato e motivato: opera con professionalità ed umanità, al fine di consentire a tutti i soggetti un recupero dell’equilibrio psicofisico ed una riconquista della propria dignità personale.

Falegnameria, arte-terapia, gruppi di cucina ed educazione alimentare, ippoterapia, gruppo pastorale: sono numerosissime le attività riabilitative ed educative, svolte sia all’interno che all’esterno della Comunità “San Giovanni di Dio”.

 

Se hai bisogno di ricevere informazioni sulle nostre Strutture, contattaci cliccando il pulsante in basso. Saremo felici di ascoltare la tua richiesta.

Contattaci se hai bisogno

Ci dedichiamo per missione ai malati e ai bisognosi coniugando l’attenzione al corpo e allo spirito nel rispetto della persona e della sua individualità.
Attraverso la promozione delle opere portiamo il Vangelo nel mondo della sofferenza e del dolore affiancando il paziente come professionisti della salute.

Carta di identità dell'Ordine
Bioetica
Essere Fatebenefratello
New call-to-action