Menu

Giornata Mondiale del Malato: la visita di sua Eccellenza il Vescovo di Brescia

La celebrazione della Giornata Mondiale del Malato ha assunto quest’anno per la Diocesi di Brescia un significato particolare e profondo a causa della grave emergenza sanitaria ancora in atto. Il tema scelto, non a caso, è estremamente significativo: "Uno solo è il vostro Maestro e voi siete tutti fratelli" (Mt 23,8), che esplicita la relazione di fiducia alla base della cura dei malati.

Oltre alle diverse iniziative attivate in occasione di questa speciale ricorrenza, sua Eccellenza mons. Pierantonio Tremolada ha fatto visita all'IRCCS Fatebenefratelli di Brescia, celebrando l'11 febbraio la Santa Messa in memoria della Beata Vergine Maria di Lourdes. 

Continua a leggere. 

 

"Una testimonianza per noi": momenti di riflessione e ascolto sulla Giornata Mondiale del Malato

Quest’anno il tempo pandemico ci ha orientati ad un programma per la Giornata Mondiale del Malato del tutto nuovo ed insolito, che ha visto iniziative nel corso della settimana orientate ad ospiti e Collaboratori.

Non potendoci incontrare come consuetudine insieme a tutti gli operatori per vivere uno spazio formativo, abbiamo cercato di raggiungere i Collaboratori attraverso l’iniziativa“Una testimonianza per noi”. Gli appuntamenti hanno previsto una serie di interviste tematiche sulla Giornata Mondiale del Malato: questo ha permesso di ascoltare ogni mattina una riflessione da parte delle nostre Direzioni, che ringraziamo per la disponibilità e le preziose parole.

La settimana ha, inoltre, visto il nostro Cappellano don Matteo portare il Sacramento dell’Unzione dei Malati a tutti i nostri ospiti ed operatori che lo desiderassero, unitamente al Diacono Dott. Binetti, che si è dedicato ad un momento formativo sul significato terapeutico del ricevere l’olio Santo. È stato un momento molto intenso e gradito, teso a scoprirne la tenera valenza consolatrice in tempo di fragilità.

 

Alcuni pomeriggi sono stati allietati da un concerto per violino insieme a Don Matteo, esperienza da rivivere ed assaporare.

 

 

 

"Prendersi cura gli uni degli altri": la visita del Vescovo di Brescia, mons. Tremolada 

 

Visita del Vescovo di Brescia mons. TremoladaL’11 febbraio sua Eccellenza ha voluto celebrare la Santa Messa presso il nostro Istituto, come Celebrazione della Giornata per tutta la Diocesi, in streaming sui canali Youtube e Facebook de La Voce del Popolo, un dono accolto da tutti noi con immenso onore.

 

“Con il suo primo miracolo alle Nozze di Cana di Galilea, Gesù ha a cuore la Gioia degli Sposi e si prende cura di loro, garantendo buon vino ed è questo ciò che si attende da noi, che ci prendiamo cura gli uni degli altri" ha affermato il mons. Tremolada nell'omelia.  

 

"Improvvisamente può mancarci la salute, il lavoro, il necessario. All’inizio ed alla fine della nostra vita, così come nel cammino intermedio, nessuno ce la fa da solo, abbiamo bisogno gli uni degli altri. La cura per gli altri non è solo una necessità, ma è anche occasione per dare all’Amore la sua forma privilegiata, per rendere la Carità la forma più alta e bella dell’esistenza umana. Oggi il mio pensiero è rivolto a tutte le persone ammalate ed a tutte le persone che si prendono cura di loro. La fragilità ci ricorda che abbiamo bisogno gli uni degli altri” ha continuato sua Eccellenza. 

 

Il Vescovo ha inoltre visitato la Locanda di San Giovanni di Dio, che accoglie i senza fissa dimora, dove si è fermato per una benedizione e parole di conforto, ringraziando ogni ospite per l’importanza del loro esserci e ricordando ad ognuno di noi che quando si dona qualcosa si riceve sempre in cambio, che farsi prossimi è questa reciprocità, è avere attenzione di chi ci è accanto.

 

Un gesto molto apprezzato è stato l’aver partecipato ad un gruppo coordinato dalla referente del Servizio di Attenzione Spirituale e Religioso insieme agli ospiti del Residence Bonardi, al Padre Priore, al primario Dott.Tura, il diacono, il segretario e gli operatori.

 

IrccsBrescia34 copiaCon molta semplicità ed autenticità il Vescovo ha condiviso un’ora insieme ai nostri ospiti, ne ha ascoltato le riflessioni ed emozioni ed ha apportato il suo contributo, entrando nel vivo e nel significato dell’esperienza. Una visita esperenziale con un gruppo di ospiti che non è stato preventivamente formato su quanto e come potesse essere opportuno esprimere: un gruppo di incontro vero, che vive un percorso di cura, anche come spazio teso all’ascolto umano delle emozioni che si avvertono in un tempo di ricovero, momento fragile e bisognoso.

 

Un gruppo in cui una guida spirituale accoglie ed orienta le fatiche e le risorse degli ospiti provati dalla malattia per riscoprire valori, insiti in noi e capaci di divenire una medicina del benessere interiore. È Riflessioni, silenzi, ascolto, condivisione: è stato un incontro capace di accompagnarci, ricordandoci lo spirito del nostro Fondatore San Giovanni di Dio, attento in termini olistici alla cura della dimensione spirituale dell’essere umano.



 

Gioia, crescita e speranza: il saluto di benvenuto di Fra Gennaro Simarò

 

Visita Vescovo di BresciaEccellenza Reverendissima,

in rappresentanza della Provincia Lombarda Veneta dei Fatebenefratelli a nome di tutti gli Ospiti, Collaboratori e delle comunità religiose del Centro desidero porgerle i più sinceri e cari saluti di benvenuto.

Non è senza partecipazione emotiva che provo ad esprimerle e sintetizzare in pochi minuti i sentimenti di profondo riconoscimento, di filiale affetto, e sincera gratitudine per essere oggi con noi per celebrare la XXIX Giornata Mondiale del Malato, che coincide con la memoria liturgica della Madonna di Lourdes, in un momento storico cui medici, infermieri, operatori sanitari, volontari, persone consacrate e tante altre sono impegnate in una pandemia, che ha messo in evidenza l’importanza della sanità e dei luoghi di cura nel servizio alla vita e alla salute.

La Sua visita oggi in mezzo a noi è motivo di gioia, crescita e speranza, un invito attorno alla stessa tavola, condividendo insieme il pane della Parola e dell’Eucaristia.

In questi anni ci ha spronati con le sue lettere pastorali a vivere oltre gli stereotipi, ad interpretare in modo nuovo e creativo le nuove esigenze della Pastorale.

Pertanto, il suo essere tra noi come Pastore, ci aiuti a superare momenti di smarrimento, ma soprattutto ci aiuti a continuare a vivere il prezioso patrimonio carismatico di valori che stanno alla base del nostro agire quotidiano accanto a chi soffre, che sono le radici del nostro spirito di fraternità, di solidarietà, e di giustizia.

Perciò, carissimo Vescovo Pierantonio, ti diciamo: “grazie”, da questa nostra comunità ospedaliera che oggi, “guardando alla Vergine di Lourdes”, prega per te e con te, ti accoglie con affetto, ti saluta con entusiasmo e ti stringe in un abbraccio infinito.

Benvenuto, Vescovo Pierantonio!

 

Fra Gennaro Simarò
Superiore locale

Ci dedichiamo per missione ai malati e ai bisognosi coniugando l’attenzione al corpo e allo spirito nel rispetto della persona e della sua individualità.
Attraverso la promozione delle opere portiamo il Vangelo nel mondo della sofferenza e del dolore affiancando il paziente come professionisti della salute.

Carta di identità dell'Ordine
Bioetica
Essere Fatebenefratello
New call-to-action

Potrebbero interessarti anche