Menu

Terzo settore, cosa sono gli enti e le associazioni ETS

24 novembre 2022

Con la riforma del Terzo settore il panorama delle organizzazioni non profit è cambiato. La riforma, infatti, ha portato con sé molteplici novità, tra cui l’introduzione della qualifica di “Enti del Terzo Settore” (ETS). Ma cosa sono gli enti del Terzo settore? 

Continua a leggere!

In questo articolo parleremo di:

- Cosa si intende per Terzo settore
- Gli enti del Terzo settore: cosa sono e cosa fanno

 

Cosa si intende per Terzo settore

Per comprendere il significato dell’espressione “Terzo settore” è opportuno operare una distinzione tra primo, secondo e terzo settore:

  • Il primo settore si riferisce alla pubblica amministrazione e allo Stato;
  • Il secondo settore riguarda invece il mercato e le imprese che operano con lo scopo di trarre un profitto economico;
  • Il terzo settore si riferisce a enti privati che operano con fini di solidarietà sociale e senza scopo di lucro.

È quindi chiaro che all’interno del Terzo settore operano molteplici organizzazioni che svolgono attività per aiutare persone svantaggiate. In particolare, secondo la definizione della Legge delega 106 del 2016: “Per Terzo settore si intende il complesso degli enti privati costituiti per il perseguimento, senza scopo di lucro, di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale e che, in attuazione del principio di sussidiarietà e in coerenza con i rispettivi statuti o atti costitutivi, promuovono e realizzano attività di interesse generale mediante forme di azione volontaria e gratuita o di mutualità o di produzione e scambio di beni e servizi”.

Ciò significa che nel Terzo settore operano tutte le organizzazioni, associazioni ed enti che portano avanti progetti e iniziative allo scopo di aiutare chi ne ha bisogno; tali organizzazioni operano esclusivamente perseguendo finalità di solidarietà sociale, e senza scopo di lucro.

Va poi sottolineato che sebbene il Terzo settore esista da anni, esso è stato riconosciuto giuridicamente in Italia soltanto a partire dal 2016, quando la Legge delega 106 ha dato avvio alla riforma del Terzo settore.

 

Gli enti del Terzo settore: cosa sono e cosa fanno

Secondo la definizione del Codice del Terzo settore (Decreto legislativo 117/2017): “Sono enti del Terzo settore le organizzazioni di volontariato, le associazioni di promozione sociale, gli enti filantropici, le imprese sociali, incluse le cooperative sociali, le reti associative, le società di mutuo soccorso, le associazioni, riconosciute o non riconosciute, le fondazioni e gli altri enti di carattere privato diversi dalle società costituiti per il perseguimento, senza scopo di lucro, di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale mediante lo svolgimento, in via esclusiva o principale, di una o più attività di interesse generale in forma di azione volontaria o di erogazione gratuita di denaro, beni o servizi, o di mutualità o di produzione o scambio di beni o servizi, ed iscritti nel registro unico nazionale del Terzo settore”. Una definizione piuttosto articolata, che va pertanto analizzata.

Terzo settore

Innanzitutto, secondo quanto stabilito nel Codice del Terzo Settore, vi sono sette categorie di enti che operano all’interno del Terzo settore. Tali enti, per potersi definire tali, devono necessariamente rispettare alcuni obblighi e requisiti.

Primo tra tutti, essi devono svolgere attività di interesse generale perseguendo finalità di solidarietà sociale e senza scopo di lucro. Ma cosa si intende con “attività di interesse generale”? A tal proposito, il Codice delinea un elenco di attività piuttosto ampio che gli enti del Terzo settore possono svolgere, tra cui: prestazioni socio-sanitarie, ricerca scientifica di particolare interesse sociale, organizzazione e gestione di attività culturali, educazione, istruzione e formazione professionale, promozione dei diritti umani e sociali. L’elenco di attività è estremamente lungo, e viene inoltre sottolineato all’interno del decreto stesso che tale elenco non è da considerarsi immutabile, ma potrà essere aggiornato in futuro.

Va poi sottolineato che l’inserimento del concetto di “attività di interesse generale” rappresenta un importante punto di svolta nel panorama del non profit, in quanto indica che le attività che gli enti del Terzo settore svolgono non sono dirette esclusivamente ad aiutare persone svantaggiate ma hanno lo scopo di rispondere ai bisogni dell’intera società civile.

Inoltre, per potersi definire tali, gli enti del Terzo settore devono iscriversi al RUNTS, il Registro Unico Nazionale del Terzo Settore. Il RUNTS rappresenta uno strumento fondamentale, in quanto sarà pubblico e di conseguenza accessibile in via telematica da chiunque lo desideri: i cittadini potranno in questo modo verificare le principali informazioni degli enti del Terzo settore.

Gli enti del Terzo settore sono inoltre tenuti a redigere un rendiconto annuale nonché il bilancio sociale, documenti che attestano l’operato di queste organizzazioni e l’utilizzo dei fondi che viene fatto da parte delle stesse. Tali strumenti evidenziano pertanto che tra gli obiettivi primari della riforma del Terzo settore vi è il desiderio di garantire una maggior trasparenza rispetto all’operato degli enti.

 

Vuoi scoprire consigli utili per donare ad un ente del Terzo settore? Clicca qui in basso e scarica la nostra breve guida!

Guida per le donazioni Onlus

 

Il Terzo settore rappresenta dunque un’importante risorsa per il nostro Paese: gli enti che operano al suo interno svolgono infatti attività che portano numerosi benefici a tantissime categorie di soggetti. Va inoltre sottolineato che tali enti non potrebbero portare avanti le proprie attività senza il sostegno dei donatori, il cui contributo è fondamentale.

 

UTA Onlus è un’Associazione benefica che con gli Ospedali di Afagnan e Tanguiéta aiuta tantissimi uomini, donne e bambini che hanno bisogno di cure e medicine.
Vuoi sostenerci con il tuo contributo? Clicca sul pulsante qui in basso e dona ora!

Dona ora

Ci dedichiamo per missione ai malati e ai bisognosi coniugando l’attenzione al corpo e allo spirito nel rispetto della persona e della sua individualità.
Attraverso la promozione delle opere portiamo il Vangelo nel mondo della sofferenza e del dolore affiancando il paziente come professionisti della salute.

Guida al 5 per mille
Test HOOS
Essere Fatebenefratello
New call-to-action

Potrebbero interessarti anche