Menu

Board Europeo di Bioetica: uno spazio di riflessione sulla dignità umana

Qual è il significato di dignità? Come può la medicina moderna far sì che ogni uomo che soffre non resti solo con il suo dolore?

Questi alcuni degli interrogativi di grande attualità affrontati dal Board Europeo di Bioetica dell'Ordine dei Fatebenefratelli, che ha avviato una riflessione sui principali mutamenti in atto, sulla visione etica che ci guida e sulle direttrici future da intraprendere. 

Continua a leggere. 

 

 

Il Board Europeo di Bioetica: uno spazio di riflessione sulla dignità umana 

Ribadire la propria posizione a favore della vita, prendere coscienza delle varie posizioni attualmente vigenti in Europa, nonché di ricordare i principi e gli orientamenti definiti e promossi dall’Ordine di San Giovanni di Dio Fatebenefratelli: questi alcuni dei compiti del Board Europeo di Bioetica, che ha dato vita ad uno spazio di riflessione dedicato.

Qual è il significato di dignità? Qual è la misura per decidere fino a che punto la nostra vita è degna? Come può la medicina moderna, e l’organizzazione sanitaria che la rappresenta, far sì che ogni uomo che soffre non resti solo con il suo dolore?

Per dare la giusta attenzione a temi di grande attualità e complessità, l’Ordine ha elaborato un documento, sintesi dei principali cambiamenti e dibattiti in seno alla nostra società: questo per aiutare chiunque voglia a crearsi un convincimento morale profondo, che non si basi sul sentito dire e sulle indagini pseudo-giornalistiche a cui rispondiamo sull’onda di una emozione del momento. 



La visione etica dell'Ordine dei Fatebenefratelli: rispetto e valore della persona 

Nelle premesse della Carta d’Identità dell’Ordine dei Fatebenefratelli, che trattano della visione etica della nostra Missione, troviamo alcuni spunti che possono identificare i fondamenti su cui basare la riflessione sulle questioni del fine vita. Vediamole insieme.

Il rispetto della persona umana

La dignità di ogni essere umano dinanzi al Signore è il fondamento della sua dignità dinanzi agli uomini e a se stesso. Da questa dignità davanti a Dio consegue anche il diritto e il dovere dell'autostima e dell'amore verso se stessi.

L’accoglienza ai malati e ai bisognosi

Dato che il valore e la dignità umana nel dolore, nella disabilità e nella morte sono più frequentemente oggetto di interrogativi e rischiano spesso di essere messi in secondo piano, l'Ordine Ospedaliero di San Giovanni nel prendersi cura del malato e dei bisognosi si serve della meravigliosa eredità di fede e di speranza ricevuta dal Vangelo.

La vita come bene fondamentale della persona

La vita umana che per il credente è dono di Dio deve essere rispettata dal suo inizio sino alla fine: essendo il diritto alla vita inviolabile, costituisce il fondamento più forte del diritto alla salute come degli altri diritti della persona.



L’educazione alle cure palliative come risposta

Fin dalle origini l'uomo ha praticato le cure palliative per supportare il malato con tutti i rimedi a sua disposizione, aiutandolo, confortandolo, accompagnandolo alla fase terminale della sua vita. Oggi abbiamo una concezione più elaborata di tali cure unitamente a una loro specifica strutturazione operativa, che vede la sua espressione negli Hospice e nelle Unità di Cure Palliative.

Cosa sono esattamente le cure palliative? Le cure palliative ci consentono di non abbandonare al suo destino il paziente affetto da una patologia inguaribile e si presentano così come "cure totali" offerte alla persona in una globale relazione di aiuto, che si fa carico di tutti i suoi bisogni assistenziali.

L’obiettivo non è la guarigione, ma l’attuazione di una serie di provvedimenti per garantire una la migliore qualità di vita possibile: particolarmente importante è il contemporaneo ricorso alle due modalità di cura, sia terapeutica che palliativa, potendo così ottenere i vantaggi dell’una e dell’altra con un netto beneficio in termini di miglioramento clinico da un lato e di migliore qualità della vita dall’altro.

Essenziale è, quindi, investire nelle cure palliative, potenziando provvedimenti che ne garantiscano a tutti l’accesso, perché i cambiamenti radicali nella pratica medica moderna richiedono decisioni che si traducano in applicazioni concrete.

Con un buon sistema di cure palliative si pone il primo passo per dare voce alla dimensione soggettiva della sofferenza nella malattia e per rendere la cura non solo un dovere etico, ma l’esempio di una buona pratica clinica che si occupi di malati, che sostenga le famiglie, che formi gli operatori sanitari.

 

Se vuoi approfondire il tema del valore della vita nell'ospedale del futuro, clicca il bottone qui sotto e ricevi il documento direttamente nella tua casella di posta.

RICEVI L'APPROFONDIMENTO: IL FUTURO DELLA VITA. 

Ci dedichiamo per missione ai malati e ai bisognosi coniugando l’attenzione al corpo e allo spirito nel rispetto della persona e della sua individualità.
Attraverso la promozione delle opere portiamo il Vangelo nel mondo della sofferenza e del dolore affiancando il paziente come professionisti della salute.

Guida al 5 per mille
Test HOOS
Essere Fatebenefratello
New call-to-action

Potrebbero interessarti anche