Menu

Borghi liguri: quali visitare nei dintorni di Varazze

La Liguria è una regione molto caratteristica, ricca di tante bellezze segrete da scoprire: nei dintorni di Varazze, affascinante paese sul mare in cui si trova la Casa di Ospitalità Fatebenefratelli, si può andare alla scoperta di borghi unici nel loro genere.

Vediamone alcuni insieme:

1. Savona
2. Cogoleto
3. Bergeggi
4. Spotorno
5. Noli

Continua a leggere

 

Savona

Non tutti sanno che Savona è la città che diede i natali a ben due Papi: Sisto IV e Giulio II, entrambi membri della nobile famiglia dei Della Rovere, una delle più influenti di tutto il Rinascimento. Papa Sisto IV è, non a caso, colui che fece commissionare la Cappella Sistina a Roma: infatti, è proprio per questo che l'unica altra Chiesa ad avere una Cappella chiamata Sistina è solo quella di Savona!

Cosa visitare in questo splendido borgo ligure?

Sicuramente la fortezza del Priamar: costruita vicino al porto, tra il 1542 e il 1544 dalla Repubblica di Genova, ha cambiato negli anni la sua funzione diventando anche la prigione dove fu costretto Giuseppe Mazzini. Attualmente invece ospita il Museo Storico Archeologico.

Da non perdere inoltre la Torre della Quarda, detta anche Torretta, per la sua base quadrata e l'altezza di 23 metri. Si tratta di un edificio, la cui data di costruzione non è nota poiché risalente alle origini della città e dedicato a Leon Pancaldo, un navigatore savonese famoso per aver preso parte con Ferdinando Magellano alla prima circumnavigazione del mondo sulla nave Trinidad.

 

Borghi Liguri da visitare - Savona

 

 

Cogoleto

Cogoleto è stata premiata agli inizi del 2021 come borgo più bello di Italia, dell'ononima Associazione Borghi più belli d’Italia. Qualche curiosità? È la città di origine di Cristoforo Colombo, la cui casa natale è oggi visitabile dal pubblico. 

Nata come città per i pescatori, si compone di piccole vie che dal carruggio centrale portano al mare, creando un'atmosfera a dir poco unica che trasporta indietro nel tempo.

Caratteristica peculiare della città sono le formelle in ceramica che potete vedere ai lati delle strade: sono state realizzate dai ceramisti cogolesi per valorizzare la storia e la cultura locale di una città votata proprio alla produzione della calce. Alcune raffigurano le fasi di lavorazione, altre recuperano la tradizione peschereccia della città. 

 

Bergeggi 

Vindemmiale ed Eugenio furono due vescovi destinati al martirio per mano del Re dei Vandali Unnerico, ma qualcosa li salvò. Per la precisione, fu un angelo a salvarli: disse loro di raggiungere una roccia sul mare poco distante dalla costa di Gerba e di aspettare la volontà del Signore.

Così, appena raggiunta la roccia, vennero circondati da un fascio di luce: "andiamo" disse loro una voce autoritaria, e la roccia iniziò a spostarsi. Partendo dall'Africa arrivarono al largo della Liguria, davanti alla provincia di Savona. 

Qui i due vescovi scesero e le loro strade si separarono: Vindemmiale andò in Corsica a diffondere la parola di Cristo; Eugenio rimase in Liguria. Insieme a lui anche la roccia che li trasportò: l'isola di Bergeggi, che da quel momento finì il suo migrare. 

Questa è la leggenda che incanta l'Isola di Bergeggi e l'omonimo borgo, dove è stata edificata una Chiesa in ricordo dei due vescovi. 

 

Borghi liguri da visitare - Bergeggi

 

Ma cosa offre Bergeggi?

È un piccolo paese circondato da ulivi e immerso nella natura, da cui si diramano diversi itinerari a piedi o in bicicletta. Non si può, inoltre, perdere l'occasione di visitare la Chiesa parrocchiale di San Martino di Tours, al cui interno ci sono diverse opere d'arte:

  • un dipinto della Madonna del Rosario risalente al XVI secolo
  • una statua del francese Lacroix
  • un crocifisso di Anton Maria Maragliano.

 

Spotorno

Spotorno è sicuramente un altro borgo ligure da non perdere: immerso in una folta vegetazione autoctona è stato incluso nella rete Natura 2000 della Liguria, data la flora unica nel suo genere che lo circonda. Dalle faggete alle sugherete fino alle macchie di calluneto, questi sono solo alcuni esempi di tutto ciò che puoi vedere nell'entroterra di Spotorno.

La naturalità dell'area si rispecchia anche nella qualità dell'acqua del suo mare: le sue spiagge hanno ricevuto nel 2007 il riconoscimento "Bandiera blu" per limpidezza dell’acqua e la pulizia dei lidi.

Qualche altra curiosità?

Nel centro storico di Spotorno sono presenti cinque antiche meridiane, ma serve attenzione per notarle! Vi daremo però un piccolo indizio: una di queste è sulla facciata della Chiesa Parrocchiale, edificata nel XV secolo che ospita alcune tele di artisti liguri.

 


Noli

La "Quinta Repubblica Marinara", così Noli ama definirsi. Sì, secondo i nolesi le Repubbliche Marinare sono proprio cinque, e la quinta, dal 1192 al 1797, è stata appunto Noli. I documenti e i cenni storici che lo dimostrano si sono persi nel tempo, ma non la memoria dei suoi abitanti che ancora oggi rivendicano il loro titolo. 

Ma Noli è anche chiamata "Borgo medievale delle torri". In passato se ne contarono addirittura 72, ad oggi, invece, ne sono rimaste solamente 4: la Torre del Canto, la Torre del Comune, la Torre del Peluffo e la Torre Papone

A visitare Noli furono personaggi di spicco. Primo tra tutti Dante Alighieri, che dedicò un verso della Divina Commedia (Purg.c.IV-25 «Vassi in Sanleo e discendesi in Noli…») a questo piccolo borgo ligure sottolineando la natura selvaggia del suo entroterra. Anche Giordano Bruno camminò nei carrugi di Noli, predicando e insegnando alle folle.

E più di recente? Nel centro storico c'è il ristorante preferito dall’ex regina Maria Josè, ai tempi solo principessa, che si recava in città per mangiare i ravioli di pesce, una ricetta che solo a Noli facevano e che è tutt'oggi uno dei piatti tipici della Liguria.

Ora non resta che visitare Varazze, andando alla scoperta di tutti i borghi liguri da cui è circondata. 

 

Se vuoi maggiori informazioni sulla Casa di Ospitalità Fatebenefratelli e sulla suggestiva città di Varazze, clicca il bottone in basso e contattaci!

ENTRA IN CONTATTO CON NOI

Ci dedichiamo per missione ai malati e ai bisognosi coniugando l’attenzione al corpo e allo spirito nel rispetto della persona e della sua individualità.
Attraverso la promozione delle opere portiamo il Vangelo nel mondo della sofferenza e del dolore affiancando il paziente come professionisti della salute.

Guida al 5 per mille
Test HOOS
Essere Fatebenefratello
New call-to-action

Potrebbero interessarti anche