Menu

Tumori della pelle: cosa sono e come prevenire la loro formazione

Sempre più persone sono soggette a tumori della pelle: nel 2020 sono stati diagnosticati 325 mila nuovi casi e 57 mila persone sono morte di questa patologia.

Ma cosa sono i tumori della pelle? Come è possibile prevenire e curare questa patologia? Quali sono le cause ed i sintomi?

Il Dottor Roberto Regazzini, Medico Dermatologo dell’Ospedale Sacra Famiglia di Erba, risponderà a queste domande.

Continua a leggere.

 

I tumori della pelle: melanomatosi e non 

Innanzitutto, la pelle, o cute, è l’organo più esteso del nostro corpo, con una superficie media di 1,80 mq nell’adulto ed un peso variabile tra gli 8 ed i 10 kg. È formato da tre strati:

  • epidermide (strato superficiale);
  • derma (strato intermedio;
  • tessuto sottocutaneo (strato profondo).

L’epidermide, lo strato in cui si sviluppano i tumori, è formato da diversi tipi di cellule:

  • melanociti: produttori di melanina ovvero quel pigmento che protegge dagli effetti dannosi del sole in cui si possono sviluppare tumori melanomi;
  • cheratinociti, dai quali si possono sviluppare tumori cutanei non melanomatosi come carcinomi spinocellulare - che si sviluppano dalle cellule squamose dell’epidermide - e carcinomi basocellulare - che hanno origine dalle cellule basali dello strato più profondo dell’epidermide.

"I tumori cutanei non melanomatosi sono tra i più diffusi: 8 su 10 sono carcinomi basocellulari, i restanti 2 sono carcinomi spinocellulari. In genere, si sviluppano lentamente, non sono aggressivi e raramente producono metastasi. I melanomi, invece, sono meno frequenti, circa il 5% dei tumori della pelle, ed hanno un’aggressività locale." spiega il Dottore.

 

 

Cause e segni del tumore alla pelle

"I tumori della pelle si sviluppano soprattutto in quelle zone del corpo maggiormente esposte al sole: viso, collo, orecchie, cuoio capelluto, spalle e dorso." dettaglia il Dottor Regazzini.

Le principali cause sono:

  • esposizione a raggi ultravioletti (UVA e UVB);
  • contatto con arsenico;
  • esposizione a radiazioni ionizzanti;
  • anomalie genetiche;
  • insufficienza del sistema immunitario.

I segni più frequenti e più diffusi la comparsa o cambiamento di aspetto di una lesione o macchia sulla pelle; ma anche la comparsa di:

  • noduli o aree con bordi alti e depressione centrale;
  • piccoli noduli perlacei;
  • chiazze di color rosa.

"Alla comparsa di uno di questi sintomi è importante effettuare una visita specialistica con un dermatologo, il quale effettuerà un accurato esame visivo della pelle tramite l’epiluminescenza, tecnica di ingrandimento ed illuminazione della pelle. La certezza della diagnosi richiede a volte la biopsia." suggerisce il Dottore.

 

 

Prevenire e curare i tumori alla pelle

I tumori della pelle dipendono anche da fattori modificabili; è, quindi, possibile controllarne il rischio con semplici accorgimenti:

  • evitare eccessiva esposizione a raggi ultravioletti;
  • utilizzare creme solari protettive;
  • indossare cappello ed occhiali da sole con lente scura;
  • effettuare controlli periodici dermatologici;
  • evitare sostanze chimiche, come l’arsenico.

 

Presso l’Ospedale Sacra Famiglia di Erba è possibile effettuare una visita dermatologica con il Dottor Regazzini il mercoledì mattina, previa prenotazione al CUP Regionale: 800 638638 da fisso e 02 999599 da mobile dalle 8:00 alle 20:00.

Ci dedichiamo per missione ai malati e ai bisognosi coniugando l’attenzione al corpo e allo spirito nel rispetto della persona e della sua individualità.
Attraverso la promozione delle opere portiamo il Vangelo nel mondo della sofferenza e del dolore affiancando il paziente come professionisti della salute.

New call-to-action
UTA 5 per mille
Essere Fatebenefratello
New call-to-action

Potrebbero interessarti anche