Menu

Artrosi e artrite: principali differenze e come riconoscerle

10 agosto 2021

Spesso l’artrosi e l’artrite vengono erroneamente confuse: si tratta di due patologie molto differenti, seppur riguardanti entrambe le articolazioni e con alcuni sintomi comuni, come il dolore, la riduzione dei movimenti e la rigidità.

Cosa esattamente li differenzia? Come si può distinguere il dolore derivato dall'artrosi e quello causato invece dall'artrite?

Continua a leggere. 

 

 

Malattie reumatiche: cosa sono? 

Artrosi e artrite sono tra le malattie reumatiche più diffuse: spesso queste due patologie vengono erroneamente confuse perché accomunate da alcuni sintomi, che seppure simili hanno natura diversa.

In primo luogo, cosa sono le malattie reumatiche? Silenti e col tempo debilitanti, le patologie reumatiche, dette anche reumatismi, possono interessare ossa, articolazioni, tendini, legamenti e inficiare sullo stato di benessere del soggetto che ne è affetto: se non individuate e trattate precocemente, possono infatti portare anche a gravi condizioni di invalidità.

Si tratta di malattie croniche e di natura infiammatoria: le cause che scatenano le patologie reumatiche non sono definite, ma sono generalmente dovute a differenti fattori, talvolta concomitanti tra loro, come infezioni virali o batteriche o processi infiammatori dovuti ad una reazione anomala.

Differenti per frequenza e gravità, si sostiene che esistano più di 100 malattie reumatiche. Tra le principali e più comuni abbiamo:

  • Artrosi;
  • Artrite reumatoide, disordine autoimmune che causa un processo infiammatorio e interessa diverse articolazioni, tra cui mani, piedi, polsi, caviglie, ginocchia, gomiti e spalle. Negli stadi più avanzati e gravi, la patologia può colpire anche organi e interi apparati, come quello cardiocircolatorio;
  • Artrite psoriasica colpisce sia la pelle che le articolazioni e si presenta in concomitanza con la psoriasi, malattia infiammatoria cronica della cute;
  • Spondilite anchilosante, che interessa articolazioni, legamenti e tendini principalmente della colonna vertebrale;
  • Lupus, malattia cronica che interessa l’intero sistema immunitario;
  • Gotta, tipologia di artrite, che comporta l’irrigidimento e rigonfiamento delle articolazioni;
  • Artrite giovanile, malattia autoimmune che colpisce pazienti con meno di 18 anni di età.



Artrosi e artrite: patologie a confronto

Cosa differenzia quindi l’artrosi e l’artrite? Sebbene entrambe le patologie siano caratterizzate da forti dolori, che aumentano nel tempo, specialmente se non trattate, le differenze tra artrosi e artrite sono sostanziali. Vediamole insieme:

1. Artrosi

È una malattia reumatica degenerativa che comporta l’usura graduale delle articolazioni. Le aree più fortemente colpite da questa patologia sono: anca, ginocchio, colonna vertebrale e mano. Inoltre, l’artrosi tende a comparire con l’avanzamento dell’età – dai 50 anni in poi – e l’invecchiamento risulta essere una delle cause principali della comparsa di questa patologia.

Fondamentale da tenere a mente è l’approccio terapeutico: l’artrosi può essere infatti solo prevenuta per attenuare i sintomi, che tendono comunque a peggiorare con il corso del tempo. Fisioterapia, farmaci e altre misure preventive sono solo dei palliativi: l’unica soluzione definitiva è infatti l’operazione chirurgica con l’impianto di una protesi a sostituzione dell’articolazione compromessa.

2. Artrite

Si tratta, in questo caso, di una malattia infiammatoria, che può presentarsi in qualsiasi fascia di età. Oltre a colpire le articolazioni, l’artrite può interessare anche tessuti ed organi.

Nell’artrite il dolore non è causato dall’utilizzo e quindi dal movimento dell’articolazione, come avviene invece per l’artrosi, ma dall’infiammazione che può avere diverse cause. Esistono inoltre per la cura dell’artrite trattamenti molto efficaci: innanzitutto, un primo approccio terapeutico può essere l’uso degli integratori o l’attività fisica, che hanno comunque una validità limitata.

Nella maggior parte dei casi, l’artrite viene trattata con successo tramite l’uso di farmaci, ma deve essere curata al momento della sua comparsa e trattata il più rapidamente possibile.

Se desideri approfondire di più la tematica, leggi "Dolore all'anca: la guida completa alla coxartrosi"

 

 

Dolore da artrosi o da artrite: come distinguerlo

Come si può quindi riconoscere dal dolore che si prova se si tratta di artrosi o di artrite? Oltre alle differenze già riportate, ci sono dei segnali che ci permettono di capire di che patologia si tratta.

Nel caso dell’artrosi, il dolore presenta le seguenti caratteristiche:

  • rigidità che peggiora al mattino, migliorando solo col passare delle ore;
  • dolore che si avverte in profondità e talvolta presente anche nelle aree vicine;
  • dolore che inficia la camminata e la postura;
  • dolore che aumenta con il movimento, in particolare con attività come salire o scendere le scale.

Nell’artrite, invece, si avvertono generalmente i seguenti disturbi:

  • dolore o sensazione di indebolimento ai muscoli;
  • dolore che peggiora da fermi;
  • sensazione di calore e dolore alle articolazioni;
  • febbre leggera;
  • dolore altalenante, che può attenuarsi per qualche tempo per poi intensificarsi.


Se vuoi capire quanto è grave il tuo dolore e valutare la salute della tua anca in soli 10 minuti, clicca il bottone in basso e scarica il questionario HOOS.

RICEVI L'APPROFONDIMENTO: IL FUTURO DELLA VITA. 

Ci dedichiamo per missione ai malati e ai bisognosi coniugando l’attenzione al corpo e allo spirito nel rispetto della persona e della sua individualità.
Attraverso la promozione delle opere portiamo il Vangelo nel mondo della sofferenza e del dolore affiancando il paziente come professionisti della salute.

Guida al 5 per mille
Test HOOS
Essere Fatebenefratello
New call-to-action

Potrebbero interessarti anche