Menu

Il valore della Vita e il pensiero di Fra Anselmo

8 settembre 2022

Ogni anno in Italia si contano circa 4000 suicidi; per la stessa causa, nel mondo muoiono un milione di persone. Si calcola un tasso di mortalità pari a 14,5 su 100.000 abitanti e che ogni minuto, nel mondo, avvengono più di due decessi per suicidio.

Il 10 settembre del 2003 è stata istituita la Giornata Mondiale per la Prevenzione del Suicidio dall'International Association for Suicide Prevention (IASP), insieme alla World Health Organization (WHO). Abbiamo chiesto a Fra Anselmo una testimonianza per parlarci di questo fenomeno.

 

Suicidio: cosa sapere di questo fenomeno

Ma qual è la definizione di suicidio? Con il termine suicidio si intende la morte di un soggetto conseguente ad una azione od omissione indirizzata a questo specifico fine.

È stato evidenziato che il comportamento suicidario è un fenomeno complesso che non può essere legato ad una sola causa. Bisogna tener conto di una serie di segnali e comportamenti che possono identificare la tendenza suicida, tra cui:

  • Isolamento sociale
  • La struttura del nucleo familiare
  • Disturbo del controllo degli impulsi
  • Abusi di sostanza e alcol
  • Solitudine
  • Malattia

 

L'obiettivo della Giornata Mondiale: illuminare di Consapevolezza

Tutti sintomi che possono essere captati e sui quali si può intervenire. L'obiettivo cardine della Giornata Mondiale per la Prevenzione del Suicidio è, infatti, di aumentare la consapevolezza nella comunità scientifica e nella popolazione che il suicidio è un fenomeno che può essere prevenuto

Le campagne di prevenzione, svolte negli ultimi anni, si sono concentrate sul ruolo giocato dai diversi fattori che possono condurre a comportamenti suicidari.

La raccolta dei fattori di rischio per il suicidio hanno evidenziato cause biologiche, culturali e psicologiche legate soprattutto ai seguenti aspetti. 

  • Crisi economica.
  • Incertezza per il futuro.
  • Problematiche sociali.
  • Patologie psichiatriche.

Sviluppare, a livello globale, la consapevolezza che il suicidio può essere prevenuto e che ci sono alcuni aspetti che possono contribuire a ridurre il numero delle vittime. Sono state proposte strategie di prevenzione con lo scopo di ridurre i fattori di rischio per il suicidio, e sono stati potenziati i fattori protettivi:

  •  strategie, punti chiave e le linee guida su scala nazionale;
  • numerosi programmi di prevenzione attualmente attivi;
  • risultati di ricerche mirate;
  • attività collocate localmente nei vari strati della comunità.

 

La Vita come Dono divino: il Pensiero di Fra Anselmo

La vita è un Dono di Dio: ciascuno è responsabile della propria vita davanti a Lui e ne è amministratore.

Come essere umani abbiamo la tendenza naturale a conservare il Dono della Vita, amando se stessi e il prossimo nostro Fratello. Pensieri negativi, angoscia, solitudine e paura offuscano a volte la visione delle persone. Proprio in queste occasioni, capire che si è nella luce del Signore è fondamentale: la salvezza è sempre intorno e dentro di noi, bisogna esserne consapevoli.

Noi come famigliari, amici, Fratelli dobbiamo offrire a chi si sente perso tutto il sostegno possibile: è fondamentale per aiutarli a ricordarsi del valore della Vita.

Preghiamo oggi insieme per tutti coloro che si sentono sperduti, offrendo loro tutta l'Ospitalità di cui siamo in grado. 

 

Contattaci se hai bisogno: i nostri Fratelli e Professionisti Medici Sanitari sono pronti a offrirti sostegno.

 

Contattaci se hai bisogno

 

Ci dedichiamo per missione ai malati e ai bisognosi coniugando l’attenzione al corpo e allo spirito nel rispetto della persona e della sua individualità.
Attraverso la promozione delle opere portiamo il Vangelo nel mondo della sofferenza e del dolore affiancando il paziente come professionisti della salute.

Guida al 5 per mille
Test HOOS
Essere Fatebenefratello
New call-to-action

Potrebbero interessarti anche