Menu

IRCCS Fatebenefratelli e 5x1000: lo studio di ricerca sul ritiro sociale in adolescenza

23 luglio 2021

Seppur semplice e senza costi, destinare il 5x1000 è un gesto di generosità e altruismo per dare sostegno alla Ricerca rivolta alla cura delle malattie e al continuo miglioramento della qualità di vita degli ammalati, in attesa di una terapia. 

In questo contesto opera l'IRCCS Istituto Centro San Giovanni di Dio, che dedica risorse, contributi, mezzi per progetti che abbiano un’applicazione concreta, dai nostri laboratori fino alle cure per i malati.

Continua a leggere. 

  

La Ricerca sanitaria a tutela della vita

Qualità della vita, difesa della salute, tutela della persona umana e dei suoi bisogni di cura: oggigiorno è cresciuta la consapevolezza che la Ricerca, in particolare quella sanitaria, svolge un ruolo essenziale per il benessere non solo del malato, ma dell’intera comunità.

Mai come prima è chiara l’importanza della Ricerca nelle nostre vite: ne abbiamo bisogno per rispondere alle malattie, per affrontare emergenze inaspettate, come la pandemia che stiamo vivendo, per promuovere lo sviluppo della nostra società.

Il sistema, su cui si basa la Ricerca sanitaria, richiede tuttavia un forte impegno: costante sforzo personale dei ricercatori, infrastrutture, semplificazioni amministrative, finanziamenti economici, riconoscimenti e meritocrazia. Senza questa cornice la Ricerca è costretta ad arrestarsi, a rallentare il suo passo e il suo vitale lavoro.

Sostenere la Ricerca non è un costo, ma un investimento irrinunciabile per il nostro futuro: ciascuno può dare il proprio contributo e i mezzi sono ad oggi più che numerosi. Tra questi, la destinazione al 5x1000 rappresenta un importante strumento, che permette con zero costi e una semplice firma di supportare ciò in cui si crede.

 

IRCCS Fatebenefratelli di Brescia: direttrici future e approccio alla Ricerca sanitaria

Nell’ultimo triennio la Ricerca dell’IRCCS Fatebenefratelli di Brescia si è sviluppata seguendo la propria impostazione originale, basata su un approccio a tutto campo ai disturbi mentali e cognitivi, mediante la convergenza di metodologie.

Tra gli ambiti di studio dell’IRCCS Istituto Centro San Giovanni di Dio, particolare attenzione è posta al contesto attuale e agli impatti che l’emergenza da Covid-19 ha avuto e sta avendo sui più giovani, già nel pieno di una condizione di fragilità.

Per questa ragione, la Struttura bresciana in linea con la propria missione si prefigge nel prossimo triennio di potenziare le attività di ricerca finalizzate al miglioramento del funzionamento personale e sociale dei giovani (età 16-25 anni) anche mediante l’utilizzo di tecniche innovative e l’implementazione di interventi di Telemedicina.



Progetti di Ricerca e contributi 5x1000: il ritiro sociale in adolescenza

Tra le progettualità attivate dall’IRCCS Fatebenefratelli di Brescia, grazie ai contributi del 5x1000, lo studio di ricerca “Valutazione e trattamento del ritiro sociale in adolescenza” – la cui responsabile è la Dott.ssa Roberta Rossi – si inserisce pienamente nel quadro di obiettivi e intenti della Struttura.

Il ritiro sociale è una delle più significative manifestazioni del disagio adolescenziale odierno, che sempre più spesso arriva all’attenzione dei clinici: la tendenza ad isolarsi, allontanarsi dagli altri e evitare le interazioni sociali è associata a diversi disturbi psicologici (tra cui l’autismo, la fobia sociale, la depressione maggiore, il disturbo evitante di personalità e la schizofrenia).

Come facilmente intuibile, il ritiro sociale ha delle conseguenze importanti sul piano dello sviluppo della personalità e delle relazioni interpersonali, diventando una priorità clinica.

L’elemento di novità è costituito dall’evidenza che, salvo rarissimi casi, questi interventi non vengono erogati in contesti di salute pubblica. Le ragioni di tale carenza nell’ambito pubblico sono primariamente legate alla difficoltà di offrire interventi che richiedono una preparazione tecnica altamente specialistica ed alla carenza di risorse economiche e di tempo in tale ambito.

Lo scopo del presente progetto è duplice:

  1. Il primo obiettivo è valutare dal punto di vista clinico e sperimentale giovani (età 16-25), caratterizzati dalla presenza di ritiro sociale.
  2. Il secondo obiettivo vede l’implementazione di interventi specialistici per giovani che presentino un quadro di ritiro sociale, sia esso parte di un quadro d’ansia sociale che un prodromo di un disturbo evitante di personalità, o di quadri depressivi. Inoltre, verranno proposti incontri psicoeducativi per i familiari.

Anche questo progetto si innesta su un filone – ormai ben consolidato – che ha come focus la diagnosi precoce e l’implementazione di interventi precoci per dare risposta ad un bisogno sempre crescente.

 

Devolvere il 5x1000 non costa nulla, ma ha un valore fondamentale: è una fonte di supporto importante per chi, come noi, è impegnato nella Ricerca sanitaria. Con la tua firma puoi sostenere cause rilevanti per te stesso e l’intera comunità, in modo autonomo e consapevole.

Richiedi ora il promemoria al 5x1000 via e-mail, cliccando il pulsante in basso: potrai così avere con te il nostro codice fiscale e conoscere le scadenze fiscali per la dichiarazione dei redditi 2021. 

RICHIEDI IL PROMEMORIA

Ci dedichiamo per missione ai malati e ai bisognosi coniugando l’attenzione al corpo e allo spirito nel rispetto della persona e della sua individualità.
Attraverso la promozione delle opere portiamo il Vangelo nel mondo della sofferenza e del dolore affiancando il paziente come professionisti della salute.

Guida al 5 per mille
Test HOOS
Essere Fatebenefratello
New call-to-action

Potrebbero interessarti anche