<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=681187855637383&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Menu

Ospedale Fatebenefratelli di Erba: un Ambulatorio di Agopuntura per la donna

Dalla Cina, l'agopuntura si è diffusa velocemente, raggiungendo le più remote aree dell’Asia e arrivando in tempi più moderni anche in Europa. Oggetto nel corso degli anni di diversi dibattiti, sono stati infine riconosciuti la validità e i benefici terapeutici dell’agopuntura, che nel 2010 è stata dichiarata Patrimonio Culturale dell’Umanità dall’UNESCO.

Cos'è nello specifico l'agopuntura? Come viene effettuata? Quali patologie vengono trattate con questa tecnica? Ce lo spiega la Dott.ssa Mazzanti, titolare dell'Ambulatorio di Agopuntura per la donna dell'Ospedale Sacra Famiglia di Erba

 

L’agopuntura: un sistema medico che è un’arte

Il termine “agopuntura” deriva dal latino "ars", che significa professione, mestiere, conoscenze teoriche, ma ha anche una specifica connotazione legata al talento, alla capacità ed all'esperienza: è per questo che l’agopuntura è considerata un atto medico - praticabile in Italia solo da medici - e che richiede capacità, sensibilità e rigore scientifico.

Ma in cosa consiste questa pratica medica così antica?

Le radici dell’agopuntura affondano nella Medicina Tradizionale Cinese, un complesso sistema di teorie e tecniche con una storia millenaria di più di 2000 anni. Secondo tale sistema, ogni individuo è dotato di una sua propria energia e la salute dipende da uno stato di equilibrio energetico. Tale energia può subire attacchi di vario genere: dall'esterno (ad es. agenti atmosferici, infezioni), dall'interno (ad es. emozioni eccessive) o dal nostro stile di vita (ad es. alimentazione scorretta, stress).

Nel momento in cui tali fattori interferiscono con l'equilibrio energetico dell’individuo si generano stati patologici. Questi possono essere trattati con l'agopuntura, cioè tramite l'infissione di aghi sottili in vari punti del corpo reperiti sui cosiddetti meridiani (vie preferenziali nelle quali circola la nostra energia) con l'intento di interagire con l'energia stessa della persona, ristabilire il corretto fluire dell’energia nei meridiani ed infine ripristinare la salute dell’individuo.

 

La procedura: come si esegue l’agopuntura?

Solitamente un ciclo di agopuntura è composto da circa 5 sedute con cadenza settimanale.

Per la terapia, vengono usati aghi monouso sterili – quindi vengono gettati dopo l’utilizzo - molto sottili (circa 0.20mm- 0.25mm di spessore) e flessibili. L’ago viene inserito con una manovra rapida e per lo più indolore negli strati superficiali della cute e viene più o meno approfondito e manipolato in modo opportuno.

Per ogni seduta si utilizzano mediamente 10-15 aghi e la durata è di circa 20-30 minuti. La procedura è estremamente sicura e non comporta alcun rischio di infezione.

Gli effetti collaterali sono rari e lievi: si possono verificare piccoli ematomi in sede di puntura che si risolvono spontaneamente in breve tempo. Non esistono controindicazioni assolute al trattamento, ma alcuni punti non devono essere stimolati durante la gravidanza.

 

L’agopuntura, una cura efficace non solo per il dolore: le patologie

Anche se non si è ancora in grado di spiegarne il meccanismo d’azione, l’agopuntura è riconosciuta dai massimi enti mondiali, come l’OMS – Organizzazione Mondiale della Sanità e FDA – Food and Drug Administration, quale metodo di cura fisico valido.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha stilato un elenco delle patologie nei confronti delle quali l’agopuntura si è dimostrata efficace secondo criteri di scientificità, tra cui:

  • il dolore (ad esempio, cervicalgia, lombalgia e lombo sciatalgia);
  • le cefalee;
  • l’asma e le allergie;
  • la sindrome ansioso-depressiva, le palpitazioni e l’insonnia;
  • i disturbi ginecologici: dolori mestruali, amenorrea e irregolarità del ciclo, sindrome premestruale, vulvodinia,  infertilità e supporto alle procedure di Procreazione Medicalmente Assistita, sindrome climaterica post-menopausale, nausea gravidica, presentazione podalica del feto e lombo sciatalgia in gravidanza;
  • vertigini e acufeni;
  • disturbi digestivi (reflusso gastroesofageo, stipsi, diarrea, sindrome del colon irritabile);
  • supporto alle diete ipocaloriche.

 

Ambulatorio di Agopuntura, Ospedale Sacra Famiglia di Erba: un servizio olistico

L’agopuntura è un metodo di cura, considerato olistico: proprio per questa sua natura, che tiene conto di tutte le dimensioni del paziente, è in linea con l’assistenza integrale fornita dal nostro Ordine Ospedaliero.

Non a caso, tra i servizi offerti dall’Ospedale Sacra Famiglia di Erba c’è anche l’Ambulatorio di Agopuntura per la donna, gestito dalla Dott.ssa Mazzanti, titolare del servizio. L’ambulatorio offre prestazioni cliniche su una vasta gamma di patologie e differenti tipologie di dolori, che vengono trattati con efficacia grazie alle capacità e alla sensibilità dei nostri operatori esperti.

 

Se ti interessa avere maggiori informazioni o prenotare una visita,
contattaci al numero 031 638211 o all'email prenotazioni.sf@fatebenefratelli.eu!

 

Ci dedichiamo per missione ai malati e ai bisognosi coniugando l’attenzione al corpo e allo spirito nel rispetto della persona e della sua individualità.
Attraverso la promozione delle opere portiamo il Vangelo nel mondo della sofferenza e del dolore affiancando il paziente come professionisti della salute.

Carta di identità dell'Ordine
Bioetica
Essere Fatebenefratello
New call-to-action

Potrebbero interessarti anche