Menu

Le principali cause verso cui gli italiani fanno donazioni

23 settembre 2022

Le donazioni rappresentano una risorsa fondamentale per le Onlus. Queste organizzazioni, infatti, non potrebbero portare avanti le proprie attività senza il contributo dei donatori. Va inoltre sottolineato che esistono alcune cause che gli individui considerano particolarmente importanti, e verso le quali orientano le proprie donazioni. Per saperne di più, continua a leggere!

In questo articolo parleremo di:

- Verso quali cause si fanno donazioni? Alcuni dati
- Le motivazioni che influenzano le donazioni

 

Donare alle Onlus permette di avere accesso ad alcuni vantaggi fiscali. Vuoi scoprire dove indicarli sulla dichiarazione dei redditi? Clicca qui e scarica la nostra breve guida! 

La Guida per indicare i vantaggi fiscali

Verso quali cause si fanno donazioni? Alcuni dati

Ogni anno tantissimi italiani si impegnano nel sostenere organizzazioni non profit attraverso le proprie donazioni di denaro, ma anche di tempo e di capacità. Ma quali sono le principali cause verso cui le persone donano?

Tra le cause che gli italiani considerano come particolarmente importanti, e verso le quali tendono a orientare le proprie donazioni, spicca innanzitutto Salute e ricerca. Certamente, tale fattore viene ampiamente influenzato dall’emergenza sanitaria che a partire dal 2020 ha colpito il nostro Paese. La diffusione del Covid-19 ha infatti modificato il panorama delle donazioni in Italia: in particolare, ha determinato uno spostamento delle donazioni degli individui dalle cause verso cui essi hanno sempre donato tramite organizzazioni non profit verso nuovi protagonisti, come gli ospedali e la Protezione Civile. Lo conferma il rapporto “Donare 3.0” (2022), che evidenzia come negli ultimi due anni sia cresciuta la percentuale di individui che ha donato per l’emergenza e la Protezione Civile, che raggiunge il 35% nel 2022.

Inoltre, tra le principali cause verso cui donano gli italiani, spiccano anche l’Assistenza sociale, la tutela dell’ambiente e degli animali e la tutela dei diritti e della pace. Per quanto riguarda quest’ultimo punto, si osserva un aumento della percentuale di donatori per la tutela dei diritti e della pace, che raggiunge il 15% nel 2022. Certamente, l’esplosione della guerra in Ucraina può aver influenzato questo dato: tantissime persone, nel corso del 2022, si sono infatti impegnate per aiutare, tramite le proprie donazioni, la popolazione ucraina. A tal proposito, va sottolineato che anche UTA Onlus ha dato il proprio contributo, partecipando con un'importante donazione all'iniziativa di aiuto ai profughi dell'Ucraina portata avanti dalla Provincia Lombardo Veneta dell’Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Dio dei Fatebenefratelli.

Cause a cui si dona

Le motivazioni che influenzano le donazioni

Se, dunque, è chiaro che esistono alcune cause che gli individui considerano come particolarmente importanti, va anche sottolineato che esistono diversi fattori che possono favorire o ostacolare la scelta di donare da parte degli individui.

In particolare, Secondo l’indagine "Donare 3.0" (2022), esistono alcuni elementi che possono portare le persone a donare ad un ente del Terzo settore, tra cui:

  • avere una causa a cui sono personalmente legate;
  • disporre di modalità di pagamento facili da utilizzare;
  • affidarsi ad associazioni di fiducia, consigliate da persone che conoscono.

Per quanto riguarda invece le motivazioni che possono ostacolare la scelta di donare, spiccano in particolare due elementi: la mancanza di risorse economiche e la sfiducia nei confronti delle organizzazioni non profit.

La crisi economica che ha caratterizzato gli ultimi anni ha infatti ridotto la capacità di spesa degli italiani, che di conseguenza sono meno disposti a donare il proprio denaro.

Inoltre, secondo l’indagine “Noi doniamo” (2021) il 24% dei donatori informali, e cioè individui le cui donazioni non vengono mediate da enti o associazioni, sostiene di non fidarsi di questi ultimi. Inoltre, viene percepita dal 15% dei rispondenti una mancanza di trasparenza rispetto all’utilizzo dei fondi raccolti, che porta gli stessi a scegliere di non donare.

A tal proposito va però sottolineato che non tutti sanno che le organizzazioni non profit, anche a seguito della riforma del Terzo settore, sono chiamate a rispettare molteplici obblighi e divieti: tra questi, esse sono tenute a redigere un rendiconto annuale, che attesti l’utilizzo che viene fatto dei propri fondi. Sono inoltre sottoposte a controlli periodici, il cui scopo è assicurare la correttezza e la trasparenza del loro operato.

 

Risulta dunque evidente che esistono alcune cause che gli individui considerano come particolarmente importanti e verso le quali sono più disposti a orientare le proprie donazioni. Certamente, questo accade soprattutto quando i donatori percepiscono l’organizzazione non profit che hanno individuato come un ente sicuro, di cui potersi fidare.

Noi di UTA Onlus siamo un’Associazione benefica, che con i suoi Ospedali africani di Afagnan e Tanguiéta aiuta tantissimi uomini, donne e bambini che hanno bisogno di aiuto. Se vuoi sostenerci, clicca sul bottone qui in basso e dona ora!

Dona ora

 

Ci dedichiamo per missione ai malati e ai bisognosi coniugando l’attenzione al corpo e allo spirito nel rispetto della persona e della sua individualità.
Attraverso la promozione delle opere portiamo il Vangelo nel mondo della sofferenza e del dolore affiancando il paziente come professionisti della salute.

Guida al 5 per mille
Test HOOS
Essere Fatebenefratello
New call-to-action

Potrebbero interessarti anche